martedì 20 settembre 2011

Mansions of Madness: Forbidden Alchemy

Scritto da Chrys

Dato l'enorme successo di vendite sia della scatola base che degli scenari in Print on Demand che la Fantasy Flight Games ha riscosso con il suo Mansion of Madness, era facile immaginare l'uscita di una espansione scatolata più corposa, anche se non a così pochi mesi di distanza. Se non conoscete il gioco base potete trovare qui la recensione di maggio.

La prima espansione scatolata si chiamerà Forbidden Alchemy e come immaginabile dal titolo girerà attorno alla scienza, presentando nuove tessere, nuovi mostri, nuovi personaggi, nuovi enigmi, 250 nuove carte, 40 token e ulteriori novità (mutazioni, viaggi temporali, ecc.) il tutto per un prezzo al pubblico intorno ai 30€ (a mio parere onesto).



SCENARI
Le tessere nuove saranno sempre a doppia faccia ed introdurranno aule di scienza, laboratori, sale chirurgiche, ma anche altri elementi di terreno aperto e stanze e corridoi più classici. Questi nuovi elementi verranno usati nei tre nuovi macroscenari (ognuno con le solite 3 varianti di storia). 

Nel primo scenario (“Return of the Reanimator”) dovranno introdursi in un maniero infestato da topi e parassiti per scoprire la sorte del Dr Herbert West, scienziato caduto in disgrazia per le sue teorie discutibili sulla rianimazione dei corpi. Nel secondo scenario (“Yellow Matter”) racconta una storia di esperimenti su entità/reperti alieni, mentre nel terzo scenario (“Lost in Time and Space”) gli investigatori indagheranno su uno strano marchingegno... in questo scenario entreranno in gioco i viaggi temporali (!!) con i giocatori che esploreranno contemporanemante lo stesso luogo nel passato (1890) e nel presente (1925), presumibilmente con due mappe affiancate ed eventi interinfluenti.

INVESTIGATORI E MINACCE
Verranno introdotti quattro nuovi investigatori (tutti nomi noti per gli estimatori di Arkham Horror): l'illusionista Dexter Drake alla ricerca di potere arcano, la psicologa Carolyn Fern, l'intrepido fotografo Darrell Simmons ed il medico Vincent Lee, ognuno naturalmente con le sue abilità speciali (il medico potrà ad esempio eseguire autopsie sulle creature o prestare sioccorso ai compagni).
Avremo anche 2 nuove creature per i nostri scenari, il Byahkee ed il Crawling One ed entrambi metteranno a dura prova gli investigatori.

ALCHIMIA
Molto interessante il nuovo tipo di enigma che dopo quadri elettrici, serrature e dipinti ci mette davanti alla preparazione di pozioni e composti chimici. 

Alcuni momenti della trama richiederanno di giocare ai piccoli chimici, con un pezzo ottagonale attorno a cui si disporranno i tasselli romboidali dei vari elementi: invertendoli e sostituendoli con le normali regole dovremo farli combaciare con quanto indicato nel tassello centrale, ma a differenza dei normali enigmi non potremo lavorare in più turni. 

Una volta che lo iniziamo quel che è fatto è fatto e si tira un dado da dieci finita l'azione di chimica: se si ottiene un numero uguale o minore ai tasselli corretti il composto è venuto con successo, ma se si fa di più si pescherà da un mazzo degli effetti collaterali (il composto potrebbe avere effetti strani, esplodere, ecc.).

 

-- Le immagini sono tratte dal manuale del gioco, o dal sito della casa produttrice (Fantasy Flight Games) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

5 commenti:

  1. bello, sembra una buona aggiunta, speriamo il prezzo non sia superiore, altrimenti perde di senso...

    RispondiElimina
  2. A giudicare dal rapporto tra prezzo in dollari e prezzo in euro degli ultimi anni l'edizione in inglese sarà tra i 30 e i 35 euro al massimo. Naturalmente per l'eventuale adattamenti in italiano (se lo faranno) non è detto non vi siano variazioni...

    RispondiElimina
  3. Ma c'è possibilità secondo voi che facciano un adattamento in italiano di questa e della precedente espansione o conviene prendere il gioco in inglese in modo da non trovarsi con le espansioni in una lingua diversa? (un po' com'è successo con battlestar galactica).

    RispondiElimina
  4. Io ho scelto la via dell'inglese: essendo spesso io a fare il custode e conoscendo l'inglese molto bene non mi ha dato problemi, anche con giocatori non anglofoni (alla fine il giocatore ha al massimo 3-4 carte con scritte davanti).

    Ammetto di averlo fatto anche per poter accedere subito al gioco (ci gioco già da maggio) e per non avere problemi con le espansioni previste. Da quanto ho letto almeno della prima print on demand (Season of the witch) ne verrà fatta una edizione italiana, sperando non ritardi poi di 4 mesi come per la scatola base.

    Sicuramente ti sconsiglierei di mescolare italiano e inglese, o rischi di perderti con carte o abilità chiamate in un modo da una parte e in un altra dall'altra, però son scelte molto personali.

    RispondiElimina
  5. Grazie mille per il consiglio :-)

    RispondiElimina