intervista

[Associazioni] Alla scoperta di… Herberia Arcana

scritto da cogo71 (Andrea C.)

Dopo l'intervista pubblicata qualche giorno fa al responsabile di Area Games di Forlì, proseguiamo il filone dedicato alle associazioni con un altro intervento, spostandoci di pochi chilometri, dalla Romagna in piena Emilia. Anche in questo caso si è trattato di un "aggancio" assolutamente fortuito, durante l'ultima edizione di Play.


Sono già diversi anni che dedico la domenica pomeriggio dell'evento modenese alla famiglia, così mentre mi aggiravo, con prole al seguito, nel padiglione A, mia figlia più piccola viene magneticamente attratta da una versione gigante di River Dragons. A dimostrarlo troviamo Davide, un simpatico e preparatissimo ragazzo che ci invita a sederci al tavolo. Da quel momento non ci siamo più spostati dall'area gestita da Herberia Arcana, infatti grazie a Giulia, altra dimostratrice decisamente all'altezza, siamo riusciti a provare pure Azul e Sagrada senza attendere più di qualche minuto. I ragazzi di Herberia Arcana hanno dimostrato non solo un'ottima conoscenza dei titoli, ma anche una notevole capacità di organizzazione dei tavoli e delle prenotazioni, riuscendo a far giocare un gran numero di visitatori.

Ho pensato di rendere merito al lavoro e agli sforzi di questi "volontari del gioco" e nei giorni successivi ho contattato l'associazione, riuscendo a concordare la breve intervista che trovate di seguito con il presidente dell'associazione, Stefano Vecchi.

- Ciao Stefano, cominciamo con le presentazioni: puoi parlarci brevemente di Herberia Arcana (chi siete, dove operate, un po' di storia dell'associazione)? Da dove nasce il nome, sicuramente molto originale?
Herberia Arcana è nata nel 2003, eravamo un gruppo di appassionati di giochi di ruolo e abbiamo chiesto all'Amministrazione Comunale uno spazio dove trovarci per giocare a Dungeons & Dragons, coinvolgendo altre persone. Con il tempo ci siamo dedicati sempre più ai giochi da tavolo, alle miniature 3D e ai giochi di carte collezionabili, riuscendo ad ottenere spazi sempre maggiori per svolgere la nostra attività. Oggi operiamo definitivamente presso lo Spazio Giovani del Comune di Rubiera (RE), siamo una sessantina di soci e ci troviamo tutti i lunedì dalle 21:00. Herberia ("in mezzo alla pianura") è il nome celtico di Rubiera e Arcana deriva dalla passione per il personaggio del mago nei giochi di ruolo ;)

- Quali sono le attività in cui siete impegnati?
L'attività principale riguarda l'apertura settimanale e abbiamo collaborato con Comune e Scuola su progetti che riguardano la logica e la matematica, il gioco genitori-figli, il gioco da tavolo a scuola. Nel periodo invernale abbiamo aperto anche la domenica pomeriggio e organizzato alcuni sabati per i bambini della scuola primaria.

- So che siete presenti a Play sin dalla prima edizione del 2008. Come hai visto crescere ed evolvere il festival del gioco e com'è cambiato, o si è evoluto, il pubblico?
Le prime edizioni erano "artigianali" e animate dalla buona volontà, poi lo staff ha fatto, secondo me, un grandissimo lavoro per migliorare l'offerta e l'organizzazione. Da un pubblico di nicchia si è passati al grande pubblico ed ora l'appuntamento è atteso già da mesi prima. Spero rimanga comunque lo spirito originale della fiera di giocatori per giocatori, dove puoi provare i giochi tra amici come se fossi nel salotto di casa. Ho apprezzato quest'anno l'assenza dei videogiochi, il grande spazio Family e la prima edizione di Play Trade, che ha grandi margini di miglioramento.

- So che avete stretto degli ottimi rapporti con altre associazioni geograficamente vicine. Ti va di parlarci di queste collaborazioni?
I rapporti di amicizia, il passaparola e la passione comune nel rispetto delle differenze, hanno permesso il piccolo miracolo di creare un network di tante associazioni della provincia di Reggio Emilia e con alcune della provincia di Modena. Ci teniamo costantemente in comunicazione per segnalare iniziative, evitare sovrapposizioni e soprattutto per collaborare tutte le volte che è possibile. La nostra posizione geografica e l'appoggio dell'Amministrazione Comunale di Rubiera ci hanno permesso di diventare il riferimento per la manifestazione di chiusura delle attività invernali delle associazioni: Game! RubieraInGioco. In futuro ci piacerebbe definire un calendario comune e magari una comunicazione più strutturata.

- Quali saranno i prossimi eventi o progetti che vi vedranno coinvolti in prima linea?
Come associazione partecipiamo a Modena Play, Logichiamo Rubiera e SchoolDay Rubiera. La manifestazione che però ci vede impegnati in prima linea, insieme a tante associazioni delle province di Reggio Emilia e Modena, è "Game! RubieraInGioco", evento gratuito che si terrà domenica 20 maggio in Piazza del Popolo a Rubiera. In poche parole Game! vuole essere INCLUSIONE, CONDIVISIONE, PASSIONE e DIVERTIMENTO. Trasformeremo infatti la piazza in una grande ludoteca a cielo aperto: un luogo dove appassionati, semplici curiosi, famiglie, giovani e meno giovani possano sedersi attorno a un tavolo e giocare insieme. Proporremo un grande torneo di Warhammer Fantasy e di Magic the Gathering Pauper, oltre a demo di giochi da tavolo, di ruolo e spazio famiglie.

- Per finire, se qualcuno volesse contattarvi, quali sono i vostri canali preferenziali?
Il canale più attivo è sicuramente il gruppo Facebook, ma abbiamo anche il sito web, dove poter trovare tutte le informazioni di contatto.

Un altro passo è stato fatto per riattivare questa rubrica. Ringraziando Stefano per il tempo che mi ha dedicato, rinnovo l'invito pure ad altri gruppi a contattarci per dare spazio anche a chi svolge questo importantissimo ruolo nella promozione e diffusione del gioco da tavolo. Lascio la porta aperta, cioè i commenti qui sotto e il modulo di contatto.

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.