[Librogame] La foresta maledetta

scritto da *Ele*

La foresta maledetta è un librogame di Ian Livingstone, recentemente riedito in Italia da Magazzini Salani. Visto che il primo post (Lo stregone della montagna infuocata) ha totalizzato molti commenti e moltissime letture, abbiamo deciso di continuare a parlarvi della serie Fighting Fantasy (qui la recensione minuta di TeOoH!), di cui questo è il secondo volume.

"La guerra è alle porte. È necessario il tuo aiuto per sconfiggere i malvagi troll, mentre per salvare i nani dovrai trovare il grande mago Yaztromo e recuperare i pezzi del leggendario martello da guerra, perduto nei meandri della Foresta di Darkwood, dove ti aspettano mostri terrificanti. Che la tua resistenza non venga mai meno!"

All'inizio del libro scopriremo di dover aiutare i Nani di Stonebridge nella ricerca del leggendario maglio (diviso a metà), senza il quale il re non riesce a riunire il suo popolo.
L'avventura ha inizio in una torre dove incontreremo il mago supremo Yaztromo che ci permetterà di scegliere degli oggetti magici da una lista. A quel punto ci addentreremo nella foresta labirintica di Darkwood alla ricerca del famoso martello.


La mappa di Allansia: potete vedere la torre di Yaztromo e la Foresta di Darkwood
COMPONENTI
Il libro è formato da 213 pagine, con copertina flessibile. Anche questa seconda avventura è formata da 400 paragrafi numerati: all'inizio del libro troverete l'antefatto, mentre nelle ultime pagine saranno presenti le regole e i Fogli d'Avventura.

COME SI GIOCA
Questo libro presenta le stesse regole del precedente, per cui potete andare a recuperare la corrispondente sezione dal post a questo link.

CONSIDERAZIONI
Mi sono avvicinata a questi librigame della Salani con entusiasmo e un pizzico di nostalgia, perché sono tornata un po' indietro nel tempo a quando da bambina leggevo questo tipo di libri ed oggi, come allora, mi sono immersa tra il profumo di carta stampata e un'avventura straordinariamente fantasy.
Per iniziare l'avventura il primo passo da compiere è quello di leggere il regolamento, che ritengo molto chiaro e dettagliato, non lascia adito a dubbi e presenta anche un prezioso capitoletto di consigli.
La storia l'ho trovata ben ambientata, abbastanza semplice e diretta, tanto è vero che il suo compito è quello di un libro-gioco, quindi c'è poca profondità nei personaggi o nelle varie descrizioni, ma i romanzi sono una cosa diversa; va detto però che il libro è stato scritto molti anni fa e, nonostante il tempo, conserva il suo fascino.
Ho trovato un po' tedioso continuare a dover girare pagina per annotare l'equipaggiamento, l'abilità, i combattimenti... tanto che alla fine ho preso un foglio volante e ho scritto lì sopra. Sarebbe stato comodo avere la possibilità di poter aprire a ventaglio la pagina dell'eroe, in modo da averla sempre a fianco e accessibile. Forse il format "ideale" sarebbe l'eBook: al bivio scelgo la pagina, ci clicco sopra e vengo trasportata direttamente al nuovo paragrafo!
Ho trovato, invece, comodissima la possibilità di "lanciare" i dadi girando solamente le pagine del libro: ottima idea!

La torre dove incontreremo Yaztromo

Durante la prima lettura sono stata un po' sfortunata con il tiro dei dadi e sono partita con un'abilità molto bassa, ma ho deciso di sfruttare la cosa per esplorare la foresta e farmi un'idea di cosa potevo trovare all'interno, muovendomi per lo più a istinto (sì, lo so che è irragionevole); ho pensato di esplorare ogni piccolo anfratto, tanto che quando si poteva scegliere se frugare in giro, addentrarsi in cunicoli, sbirciare nelle capanne... io sceglievo sempre queste opzioni. Nonostante l'abilità del mio eroe piuttosto bassa, il libro permette anche di scegliere, in alcuni punti, di non combattere e fuggire e/o eventualmente tentare la fortuna.
Abbandonato il mio eroe poco abile, sollecitata a ripartire da capo anche da mio nipote di 8 anni, curioso di leggere il suo primo librogame, ripartiamo da zero e facciamo una lettura in gran parte corale, a due teste, due voci e con la sua mano di dadi estremamente fortunata; ma a questo secondo giro di lettura disegnamo una mappa e tutto è stato decisamente più agevole, ma anche più entusiasmante, perché, a poco a poco, vedi che sul foglio prende "vita" il dungeon in tutta la sua maestosità.


Devo dire che la lettura di questo libro mi ha ricordato le avventure grafiche (Monkey Island e The day of the tentacle, giusto per citarne due) che condividono in un certo senso il "motore" di fondo e hanno caratteristiche in comune, tanto che consiglierei la lettura, in primis, agli amanti dei "punta e clicca", del fantasy, dei giochi di ruolo e da tavolo, ma ritengo che possa essere estesa anche ai curiosi in generale, se non altro per provare una nuova esperienza di lettura. Credo che possa essere anche un ottimo regalo per i bambini/ragazzi che di solito leggono molto poco, se non nulla: l'esperienza di gioco sicuramente potrà coinvolgerli e incuriosirli e magari essere il primo passo verso il mondo dei libri.
Ho visto, tra l'altro, che mio nipote si è entusiasmato parecchio, tanto che ha voluto lasciarmi il suo commento per la recensione "questo libro mi piace molto, perché puoi esplorare e sei tu l'eroe che prende le decisioni", riportato ciò penso quindi che la lettura sia adatta anche per i bambini dagli 8 anni su.

3 commenti:

  1. Bello!

    Leggo librogame da anni e sono utente del sito librogame's land. (www.librogame.net).

    Non mi ricordavo di questo titolo e penso di comprarlo sul serio, anche se sono un po' freddoloso sulle pubblicazioni della Salani (nel primo volume, ci sono qualche refuso e dei bug che erano qui 40 anni fa...)

    Continuate così!

    RispondiElimina
  2. Dei 4 libro game questo è quello che mi è piaciuto di meno e aihmè ha un piccolo bug su un numero (non è una scelta obbligata, ma c'è). Bella recensione bravo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece è quello che è piaciuto di più (ma mi manca La rocca del male, il migliore a detta di molti). Ho apprezzato la mappa che attraversa più tipi di paesaggio, la varietà degli incontri, la scelta iniziale da Yaztromo (ogni volta con la sensazione di sbagliare tutto), la combinazione di scelte ed eventi che portano alla soluzione. Memorabile la grotta dei funghi, anche se non si trova sul true path. Particolare il fatto di poter provare a ricominciare, dopo essere arrivato dai nani senza il maglio. Promosso!

      Elimina

Powered by Blogger.