recensione

[Recensione] Ganz schön clever

scritto da Valerio


Oggi vi parlerò del gioco non propriamente astratto che ho intavolato di più nel 2018 e che sto continuando ad intavolare che è diventato il mio personale gioco preferito di roll & write quindi non essendo ancora stato trattato non potevo non parlarne.

Stiamo parlando di Ganz schön clever (in inglese That’s Pretty Clever), gioco di  Wolfgang Warsch per 1-4 giocatori della durata di 30 minuti, candidato al Kennerspiel des Jahres 2018.

Durante i turni del gioco i giocatori cercheranno, sia durante il proprio turno che nei turni degli avversari, di scegliere bene i loro dadi per massimizzare i punteggi per i colori, creare opportunità di punteggio a catena  e cercare di raggiungere le agognate Volpi per ottenere il punteggio più alto possibile!

In fondo alla recensione trovate anche un cenno al fratello appena arrivato Doppelt so clever (in inglese Twice As Clever) sempre di Wolfgang Warsch.


MATERIALI

Nella scatola di 18 x 13 x 4 cm sono presenti:
  • 1 Blocco con 100 fogli
  • 6 Dadi colorati (Giallo, Blu, Verde, Arancione, Viola e Bianco)
  • 4 Pennarelli neri
  • 1 Regolamento


COME SI GIOCA?

Ogni giocatore riceve un foglio di punteggio e un pennarello. Il primo giocatore di turno, il “giocatore attivo” riceve anche i sei dadi.
Il giocatore attivo lancia tutti i dadi, ne sceglie uno, lo piazza sul primo spazio della proprio foglio e ne marca il valore sul settore corrispondente. I dadi di valore inferiore al dado scelto vanno messi da parte sul piatto d’argento all’interno della scatola e non saranno più rilanciati.
Lo stesso si ripete una seconda volta con i dadi rimanenti, mentre la terza volta dopo aver scelto l’ultimo dado, metterà sul piatto tutti i dati rimasti (può succedere che il giocatore attivo rimanga senza dadi da tirare e in quel caso fa uno o due tiri in meno).


A questo punto ognuno dei giocatori non di turno, i “giocatori passivi”, può scegliere un dado tra quelli messi da parte sul piatto e marcarne il valore sul proprio foglio. Lo stesso dado può essere scelto da più giocatori (se i dadi sul piatto non sono utilizzabili, il giocatore può scegliere uno dei dadi utilizzati dal giocatore attivo).
Quindi il giocatore alla sinistra del giocatore attivo riceve tutti i 6 dadi e diventerà il nuovo giocatore attivo.

Ora passiamo ad analizzare il foglio di punteggio.

Nella parte alta c’è il conteggio dei turni che variano in base al numero di giocatori dove il giocatore attivo segnerà il turno in corso contrassegnando anche l’eventuale bonus di inizio turno.
Sotto ci sono gli spazi per segnare i bonus rilancio e i bonus + 1 ottenuti che andranno poi annullati quando si useranno.
I bonus, che si acquisiscono anche segnando singole caselle o completando sequenze di un determinato colore, possono essere di 4 tipi:

Bonus rilancio: si può utilizzare solo quando si è il giocatore attivo e permette di rilanciare tutti i dadi ancora in gioco. Non è possibile lanciare solo alcuni dadi e metterne da parte altri.

Bonus + 1: permette di selezionare un dado extra e marcarne il valore. Si può fare solo alla fine del turno come giocatore attivo o come giocatore passivo dopo aver scelto il dado. Il dado extra può essere uno qualunque dei sei dadi, ma in caso di utilizzo di più bonus +1 consecutivi non si può riutilizzare un dado già utilizzato.

Bonus X e bonus numero: si marca immediatamente una X o il numero nel colore corrispondente, o nel caso del bonus ricevuto a inizio del turno 4, in un colore a scelta.

Bonus Volpe: a fine partita, dopo aver conteggiato i punti per tutti i colori, vi si aggiungeranno tanti punti quanto il numero di Volpi ottenute moltiplicate per il valore più basso tra tutti i 5 colori.

Nella parte bassa ci sono le 5 sezioni colorate per ogni dado, eccetto il bianco.

Dado giallo: questa sezione si può riempire senza seguire nessun ordine. Si marca il valore del dado con una X. A fine partita, darà punti per le colonne completate, mentre le righe e la diagonale completate daranno bonus durante la partita.

Dado blu: questa sezione si può riempire senza seguire nessun ordine. Il dado blu viene SEMPRE sommato al valore del dado bianco in quel momento. Si marca il valore della somma dei 2 dadi con una X. A fine partita, darà punti per il numero di caselle marcate secondo la tabella, mentre le righe e le colonne completate daranno bonus durante la partita.

Dado verde: questa sezione va riempita in ordine da sinistra verso destra. Per poter marcare una X il dado deve avere un valore minimo come richiesto da ogni casella. A fine partita, darà punti per il numero di caselle marcate, mentre alcune caselle se raggiunte daranno bonus durante la partita.


Dado arancione: anche questa sezione va riempita in ordine da sinistra verso destra. In questo caso si scrive il valore del dado nella casella e non ci sono restrizioni particolari. Alcune caselle hanno un moltiplicatore da usare con il valore del dado prima di scriverlo. A fine partita, darà punti per la somma di tutti i numeri marcati, mentre alcune caselle se raggiunte daranno bonus durante la partita.


Dado viola: anche questa sezione va riempita in ordine da sinistra verso destra. Anche in questo caso si scrive il valore del dado nella casella, ma ogni numero deve essere maggiore del precedente. Una volta raggiunto il 6, si potrà scrivere un qualunque valore (compreso un altro 6). A fine partita, darà punti per la somma di tutti i numeri marcati, mentre alcune caselle se raggiunte daranno bonus durante la partita.


Dado bianco: è un jolly e può valere come qualsiasi colore (anche un colore già scelto nello stesso turno dal giocatore attivo, e può valere colori diversi per i diversi giocatori passivi). Se si fa valere il dado bianco come blu, va sempre sommato al valore del dado blu in quel momento.

Il gioco termina quando l’ultimo giocatore attivo ha completato il suo ultimo turno e tutti i giocatori passivi hanno scelto i dadi. Quindi ogni giocatore somma i punteggi ottenuti per ogni colore e vi aggiunge i bonus Volpe e chi ha più punti è il vincitore.


Modalità Solitaria
Lo scopo è raggiungere il punteggio più alto possibile durante i 6 turni previsti.
Nel regolamento c’è una tabella per misurare il proprio punteggio che va da < 140 a > 280.
Il gioco in solitario usa le stesse regole del gioco base, quello che cambia è che nella fase del giocatore passivo si rilanciano i 6 dadi e si piazzano i 3 di valore inferiore sul piatto (in caso di più dadi con lo stesso valore bisogna mettervi quelli caduti più vicini al piatto), per poi sceglierne sempre uno. Unica altra differenza ma importante è che il bonus +1 non può essere usato nella fase giocatore passivo.



IMPRESSIONI

Parto dal retro della scatola dove cita Fortuna 5/10, Tattica 8/10, Rigiocabilità 10/10 e Difficoltà 4/10.
Quello che si fa notare è il 10 nella rigiocabilità ed infatti il gioco non stanca mai di essere giocato ed è il gioco non propriamente astratto che ho più giocato nel 2018, tra partite in solitario sull’APP, in coppia o in gruppo e ho constatato che tutti i giocatori a cui l’ho proposto l’hanno trovato interessante, sia per i pochi tempi morti dovendo sempre stare attenti anche nel turno degli altri giocatori, sia per la durata contenuta e le scelte interessanti da effettuare.

Il gioco poi può essere giocato anche in print & play come ho fatto io prima di reperire la scatola che comunque costa poco più di 10 euro, bastano 6 dadi e i fogli da stampare che si trovano ad esempio su bgg, anche se per 10 euro o poco più abbiamo un blocco con 100 fogli, 6 dadi colorati e 4 pennarelli, oltre alla scatola che funge da piatto e quindi i materiali anche se minimali sono eleganti e giustificano la spesa.

Il gioco si adatta bene a tutti i numeri di giocatori anche se l’esperienza in solitario è diversa.
Nella versione in solitario è presente anche una classifica per misurare il risultato ottenuto, così da renderlo più stimolante per cercare di migliorarsi sempre più.
L’interazione in più giocatori è data dai dadi che si lasciano agli avversari, nella scelta è importante non solo considerare quello che non ci serve ma anche fare attenzione a cosa potrebbe servire agli altri per evitare di favorirli.
Senza contare i bonus i dadi che si marcheranno saranno all'incirca 24, quello che cambia è che in meno giocatori si avranno più dadi da giocatore attivo, mentre in 4 giocatori se ne avranno esattamente la metà da attivo e metà da passivo.

Nel gioco bisogna bilanciare le proprie scelte se si puntano alle Volpi, bisogna cercare di avere un punteggio omogeneo in tutti i colori visto che ogni volpe raggiunta sarà moltiplicata per i punti del colore con punteggio minore, quindi avere un punteggio molto basso di un colore vanificherà gli sforzi fatti per raggiungere le agognate Volpi.

Essendo alla fine un gioco di dadi la fortuna farà la sua parte, ma il gioco prevede molte opportunità per mitigare il peso della dea bendata. Le possibilità di rilanciare e le numerose scelte possibili da gestire con accortezza per cercare di arrivare a fare più concatenazioni, nonché l’uso dei preziosissimi +1 per segnare un dado qualsiasi anche nel turno passivo, fanno sì che il vincitore sarà quello che avrà saputo gestire meglio la partita nei turni di gioco. Infatti è importante avere un piano di massima di ciò che si vuole fare, ovviamente da adattare in base ai lanci, ma sempre tenendo presente a che punto siamo della partita.

Il gioco inizia lentamente poi esplode con sempre più catene di combo come in uno spettacolo pirotecnico e il finale sarà il momento più importante dove bisognerà utilizzare al meglio gli ultimi +1 rimasti per fare le ultime catene e massimizzare il punteggio, anche se spesso sembra che la partita termini proprio sul più bello.

Vista la breve durata che non supera i 30 minuti con tutti i numeri di giocatori, viene voglia di giocare anche più partite di fila e in generale il gioco è portatile e lo si intavola sempre volentieri avendo un setup praticamente immediato e un flusso scorrevole e appagante.

Insomma il gioco offre tante scelte in una partita contenuta, vista la moda del momento con tutti questi giochi di roll & write io considero questo il più riuscito e guardando la media su bgg di 7.6 con quasi 4.000 voti si capisce la qualità di questo prodotto.

Per chi vuole ancora di più faccio presente che è uscito da poco a fine gennaio il seguito spirituale Doppelt so clever (in inglese Twice As Clever) sempre di Wolfgang Warsch che mantenendo lo stesso meccanismo di base varia i modi di fare punti per ogni colore rendendo ancora più intricato e intrigante il gioco.

Consiglio però questo seguito a chi ha masticato il primo perché come detto qui si complica ancora di più la formula, ad esempio c’è un bonus per riprendere i dadi dal piatto, si possono raggiungere dei bonus anche arrivando in fondo alla traccia dei bonus e tante altre piccole trovate che andranno ad ampliare le scelte.

Per fare un esempio di uno dei nuovi colori, il dado argento fa tenere conto anche dei dadi messi sul piatto, mentre il dado giallo farà fare i bonus segnando serie di caselle, ma i punti solo segnando 2 volte le caselle.
Anche di questo fratello esiste l’APP ufficiale che sto già usando.

Anche in questo caso su bgg si trovano i fogli per giocare in print & play, poi volendo anche con la confezione di Ganz Schon Clever si potrà giocare con dei fogli modificati che si trovano sempre su bgg, anche se il costo della scatola è sempre sui 10 euro e per la qualità del gioco è un ottimo investimento.

Peccato solo che non esistano edizioni italiane di quesi gioielli, ma per fortuna il gioco è indipendente dalla lingua e basta conoscere le regole per giocare.


Concludendo consiglio spassionatamente a tutti di provare il gioco almeno in print & play perché può essere una sorpresa gradita, alla fine se è stato candidato al Kennerspiel des Jahres 2018 un motivo ci sarà, l'unico accorgimento è di non approcciarlo come un gioco troppo leggero. Per gli appassionati poi del genere che ancora non conoscessero il titolo l’acquisto è d’obbligo vista la qualità, mentre per chi ha già avuto modo di apprezzare il gioco consiglio il seguito spirituale per continuare a giocare in questo magico mondo di dadi e intelligenza.
Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[Recensione] Ganz schön clever [Recensione] Ganz schön clever/>
Rating: 5

3 commenti:

  1. Molto molto interessante, grazie Valerio, ma non mi è chiaro se in parte si riesce effettivamente a costruire una strategia oppure se il gioco rimane prettamente tattico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì e no: nel senso, se puntare più o meno su un certo colore lo devi comunque decidere; certo, poi sei in balia dei dadi.

      Elimina
    2. Sì sono d'accordo, un'altra strategia può essere cercare di equilibrare tutti i colori per massimizzare il punteggio delle Volpi, il gioco rimane comunque più tattico che strategico.

      Elimina

Powered by Blogger.