Organizer per scatole in Evacore

scritto da Chrys

Ammetto di essere un appassionato anomalo... dove molti appassionati sono imbustatori compulsivi di carte, io trovo – al contrario – molto sgradevole la sensazione della carta imbustata (vedo un po' meno bene la carta, la plastica non ha la piacevolezza al tatto della carta telata, le carte tendono a "sguillare" se la pila è alta, ecc.). Ho quindi imparato come non distruggere i bordi delle carte semplicemente mescolando con un table shuffle (se vi interessa qui trovate un bel tutorial con varie tecniche) e vivo felice senza bisogno di bustine e con carte perfette.

In compenso per la mia leggera (cof cof) tendenza OCD amo le ziplock, perché mi permettono di tenere tutti i componenti di ogni gioco divisi per tipo o per uso, compresi dei comodi sacchettini con il setup dei giocatori già pronto (ove possibile). Di conseguenza – e questo chi mi segue ormai lo ha imparato bene – adoro quei giochi che al loro interno hanno un inserto in plastica fatto su misura per tenere ben ordinati e separati i vari componenti di gioco... per fare qualche esempio, parlo di titoli come Lords of Waterdeep, Nagaraja, Sagrada, Dice Forge, ecc.

Va da sé che sono sempre stato attratto dai vari organizer da inserire all'interno delle scatole e ne avevo anche presi un paio della Broken Token, grazie a una super offerta... prodotti ottimi, ma che non mi avevano convinto del tutto, perché li ho trovati scomodi da montare, pesanti e soprattutto spaventosamente costosi. O__O
Immagino che per tutti spendere quasi lo stesso prezzo pagato per il gioco da tavolo per comprare il suo organizer sia un qualcosa di proibitivo e affrontabile solo come super-spesa per il proprio "gioco della vita".

Un mesetto fa ho invece scoperto questi nuovi organizer sul sito di Egyp, che invece di essere fatti in legno tagliato al laser sono fatti dalla Folded Space in Evacore, una sorta di gommapiuma semirigida rivestita... al di là della palese differenza di peso, una delle ragioni del mio interesse è il prezzo molto (mooolto) più contenuto: ho quindi provato a comprarne un paio così da valutarli per voi (se non lo avete ancora capito, siete la mia scusa socialmente accettabile per spendere soldi). La mia scelta è caduta su quelli per Near and Far (complessità media) e per Le Case della Follia (uno dei più complessi)... entrambi sono già predisposti per contenere anche tutte le attuali espansioni e,  nel caso del secondo, anche con qualche spazio extra per le future.


Quanto più economici?
Sto parlando di prezzi che per lo più viaggiano tra i 9,90 € (Isle of Skye) e i 17,40 € (ad esempio Robinson Crusoe, che credo sarà il mio prossimo acquisto), con una manciata di organizer che arrivano a picchi massimi di circa 35 euro per i titoli più complessi (come ad esempio quello per Gloomheaven con tutte le espansioni).


OK, SONO CURIOSO... COME SONO FATTI QUESTI ORGANIZER?
Ogni confezione comprende una serie di scatoline, inserti con divisori e dispenser di carte (nel senso di scatoline fatte per tenere le carte e sagomate in modo tale da poter essere estratte dalla scatola e poggiate sul tavolo, così da avere i vari mazzi già pronti e ordinati). Di fatto, nella maggior parte dei giochi, buona parte degli elementi sono fatti per essere estratti dalla scatola e posati sul tavolo diventando dispenser per carte, scatoline di token o altro. Altri elementi, a seconda del gioco, sono invece fatti per restare nella scatola, ma in generale sono sempre pensati molto bene.

Ad esempio in quello di Carcassonne, il grosso contenitore a 3 colonne fatto per contenere le varie tessere è estraibile ed è fatto per poter stare stabilmente in piedi leggermente inclinato all'indietro così da diventare un grosso dispenser per le tessere.

Quel "a seconda del gioco" che ho detto prima è fondamentale, perché gli elementi differiscono totalmente da modello a modello (com'è giusto) e sono pensati appositamente attorno al gioco. Diciamo che nel montarli mi è parso chiaro che chiunque li abbia studiati e "ingegnerizzati" è chiaramente un giocatore che conosce bene e ha giocato i titoli di cui ha realizzato gli organizer.

Tra l'altro sono già pensati per contenere i mazzi pure imbustati, il che mi fa di nuovo immaginare un appassionato dietro a questi progetti.

Altra cosa davvero apprezzabile è che ognuno è pensato per accogliere non solo il gioco base, ma anche tutte le sue espansioni già uscite. Per farvi un esempio in quello de Le Case della Follia i contenitori per le basette piccole-medie-grandi, così come anche gli scomparti per le miniature e lo spazio per le plance quadrate/rettangolari, sono studiati con abbastanza spazio per poter contenere le espansioni (a occhio e croce direi tutte quelle uscite a oggi e forse di più). Questo tra l'altro vi permette di compattare tutto nella scatola base.

A guadagnarne non è solo l'ordine nella scatola e il colpo d'occhio (che comunque... wow!), ma anche la velocità di setup e di gioco, soprattutto coi titoli più complessi. Per esempio con Le Case della Follia il setup è praticamente istantaneo, anche perché ho preso l'abitudine di mettere le carte via già rimescolate. E anche durante il gioco recuperare le corrette creature lovecraftiane è un attimo, tenendo tutte le plancette in ordine alfabetico e divise per grandezza in diversi contenitori. *__*

Materiale
Come ho detto prima il materiale è una sorta di gommapiuma semirigida (si flette, ma oppone la giusta resistenza) con due strati di rivestimento spessa circa 4 mm.

Montaggio
Come per quelli in legno i pezzi sono da montare e, come vedete dalle foto, arrivano sotto forma di fogli pretagliati dai quali i pezzi vanno staccati (semplicemente spingendo come fossero normali fustelle) e incollati assieme seguendo le istruzioni.
Per incollare i vari pezzi serve della colla (io mi sono trovato molto bene con della colla universale a presa rapida... una sorta di Attak di sottomarca) e la procedura è molto più semplice di quella per i pezzi in legno in quanto, essendo i fogli di questo materiale più spessi (4 mm), i vari elementi stanno su da soli una volta posizionati: serve comunque incollarli, altrimenti cederebbero per la pressione di quello che contengono o per lo sballottamento, ma la procedura di incollaggio è molto semplice, perché non serve quasi mai tenere il pezzo in posizione.

Le istruzioni stanno su un singolo foglio, sono molto chiare e ben fatte, rendono semplice l'assemblaggio e insegnano anche come riporre i vari elementi nel modo migliore all'interno della scatola (conservate il foglio!!!).

Perplessità?
Sul sistema in sé non ne ho nessuna... ben fatto, ben pensato e non riesco a trovargli difetti, soprattutto per quelli che costano 14-17 €. L'unico dubbio ce l'ho sulla poca utilità di alcuni modelli. Ad esempio esiste l'organizer per Mysterium, che però di base contiene già un inserto in plastica che ho sempre trovato assolutamente perfetto e comodo da usare (ma forse non va bene con le carte imbustate?). OK, avere scatoline e dispenser estraibili è bello e facilita il setup, ma se la scatola base già arriva con il suo dispenser non capisco il senso di comprarne uno a parte. Ma sono davvero pochi casi.

EVACORE vs LEGNO
Il confronto con gli organizer in compensato tagliati al laser (come quelli prodotti da e-Raptor o The Broken Token, per capirci) è chiaramente d'obbligo. Confrontando i due prodotti da vari punti di vista tendo a consigliarvi questi per una serie di motivi:
  • il peso che aggiungono alla scatola è minore;
  • sono più semplici da montare;
  • spesso hanno più elementi estraibili;
  • costano molto meno.
Tutti motivi validi, ma, ve lo dico onestamente, l'ultimo è quello che per me ha fatto la differenza e che trasforma questo accessorio in un qualcosa di abbordabile e valutabile in molti più casi, invece che in lusso costosissimo.


CONCLUSIONI
Penso di aver poco da aggiungere... a questi prezzi sono dei prodotti eccezionali. Visto quanto spendono alcuni miei conoscenti in bustine, per qualcuno potrebbe diventare un qualcosa di irrinunciabile, ma penso che per la maggior parte di voi resterà un accessorio da acquistare solo per pochi titoli selezionati, magari quelli giocati più spesso o ai quali si è per un qualche motivo più appassionati.

Il fatto che al costo di un organizer di quelli in vendita fino a oggi se ne possano prendere almeno 2 in Evacore fa una notevole differenza... una cosa è spendere 17 euro per un organizer, un'altra è spenderne 40 o più (a parità di complessità/tipologia).

Tra l'altro per acuni titoli medio complessi, ma sostanzialmente privi di inserti interni (come ad esempio la totalità dei titoli FFG, mannaggia a loro, oppure Gloomheaven), inserire un organizer cambia l'esperienza dal giorno alla notte, come potete notare dalle mie due foto "effetto cura dimagrante" a inizio articolo.

Inoltre uno di questi divisori rappresenta un ottimo regalo per un amico appassionato di un certo titolo, fattibile anche con 10-17 euro e che quindi non necessita di fare chissà quale colletta.

Vi segnalo che tutti i 57 modelli attualmente in commercio li trovate in vendita su Egyp.it.

----------------------------------------------------------

E ora una carrellata finale delle varie foto fatte durante il montaggio di uno dei miei... ;)











-- Le immagini sono tratte da dal manuale, scattate da noi o prese dal sito della/e casa/e produttrice/i alle quali appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.