anteprima nonsolograndi

[Anteprima][Librogame] Alla Ricerca del Drago

scritto da F/\B!O P.

Forse ricorderete che, in maniera un po' fortuita, un librogame aveva già fatto la sua comparsa nella rubrica nonsolograndi. Oggi diamo seguito a quell'esordio, parlandovi (con un mese di anticipo sulla sua uscita a scaffale) della nuova collana pubblicata da dV Giochi. Si intitola "La Mia Prima Avventura" e ha come significativo sottotitolo "Le storie in cui sei tu il vero eroe!". Al momento del lancio comprenderà i volumi Il Tesoro di Atlantide e Alla Ricerca del Drago. Quest'ultimo è l'oggetto della recensione di oggi, ideato da Roméo Hennion e illustrato da Arnaud Boutle, pubblicato in origine da Game Flow nel 2018. Il libro è godibile già dai 4 anni di età, in quanto i bimbi saranno in grado di fare le loro scelte se qualcuno leggerà per loro.
Non c'è nessunissimo spoiler e gli esempi sono inventati.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

Si ringrazia dV Giochi per la copia recensore.

Creature fantastiche ti attendono negli angoli inesplorati del mondo... Parti per un'incredibile avventura alla ricerca di un drago vero da adottare! Scegli sempre con attenzione, perché in questa storia sono proprio le tue scelte a decidere il finale!


Due dischi visibili interamente e due soltanto in parte
I COMPONENTI
Il libro ha 28 pagine di dimensioni 18,5×26,5 cm. La rilegatura è realizzata da una spirale metallica, che consente la prima delle due peculiarità della collana: buona parte delle "pagine" è divisa orizzontalmente in tre parti, girabili indipendentemente. La copertina 20×28 è cartonata, bella spessa e resistente, con due angoli smussati a 45°. Ecco la seconda particolarità: in seconda e terza di copertina sono fissati 4 dischi di cartone con raffigurati oggetti e personaggi funzionali alla storia. Le pagine non sono dei rettangoli  canonici: mancando degli angoli lasciano vedere uno spicchio di ciascun disco. Dopo il titolo si trovano subito due facciate che spiegano come usarli e come vivere in generale l'avventura. Non sono presenti enigmi, solamente scelte e conseguenze, per cui non c'è un elenco delle soluzioni. Lo stile grafico è fresco e fantastico, con un tratto adatto all'età dei destinatari, ma delle belle sfumature che non mi aspettavo (spesso in questa fascia i colori sono pieni e piatti). Materiali ottimi e ampiamente promossi.

Regole e preparazione
LE REGOLE, OVVERO: COME SI GIOCA?
Un altro tratto distintivo di questa collana è che la lettura procede linearmente e non a salti come nei classici librigame. Ogni volta che si incontra una pagina divisa in tre, bisogna fare una scelta. Si continua la storia girando solo la parte di pagina selezionata (superiore, centrale, inferiore): non si deve guardare le altre né si può tornare indietro. All'interno di ciascuno dei tre filoni narrativi ci si trova di fronte a un altro bivio, che può essere di due tipi: un controllo di identità/equipaggiamento (sei un babbano? hai un giratempo?) o un'ulteriore scelta (salti dalla finestra o mangi la minestra?). Una chiara iconografia fa capire, in base alla risposta, quando voltare 1 o 2 pagine. A questo punto si trova nuovamente una pagina intera, girando la quale si spostano tutti insieme i terzi precedenti superiori/centrali/inferiori (pure quelli non letti), riportando la storia su un momento comune. Ho accennato a degli oggetti: durante l'avventura avremo più occasioni di ottenerne e il modo, semplice e intuitivo, che il libro offre per "metterli nella borsa" è ruotare il rispettivo disco fino a renderne visibile il disegno. L'impresa non è priva di rischi: in caso di necessità sui dischi troveremo anche dei cerotti. Purtroppo ciascun disco mostra una sola icona alla volta, di conseguenza applicare un cerotto ci toglierà un eventuale oggetto che fosse stato equipaggiato.
La preparazione iniziale è rapidissima: impostare i dischi giallo, verde e blu sullo spazio vuoto, mentre quello rosso deve mostrare l'eroe che si vuole impersonare tra Lina la tosta, Sachat il ladruncolo e Timon il maghetto. Non serve niente oltre al libro, né carta né matita né altro.

La pagina di destra è divisa in tre parti: superiore, centrale e inferiore
CONSIDERAZIONI & IMPRESSIONI
È stato un grandioso successo in casa nostra, ma anche in tutte le altre case in cui lo abbiamo portato con noi! Ambra lo ha preso subito benissimo, attirata da questo particolare libro/strumento che racconta molte storie in una. Il primo tentativo l'ha fatto con il ladro, poi con il mago e infine con la guerriera. Come ben vedete sono tre archetipi del fantasy classico e molti altri sono parimenti presenti: il bosco della strega, le caverne sotto la montagna, la forgia dei nani, gli animali parlanti, quelli leggendari, i labirinti, i tesori, la magia. All'inizio la mia bimbella faceva le sue scelte in base al gusto personale, senza badare al personaggio del momento. Poi si è resa conto che un'azione che richieda astuzia e furtività è meglio farla fare al ladro, una in cui serva saggezza e preparazione è affare da mago, mentre dove ci vuole forza e coraggio è il caso che intervenga la guerriera. Crescendo su questo aspetto, mettendo insieme diversi tentativi e i vari indizi, alla fine è riuscita a farcela alla quinta lettura. Con la dodicesima ha visto tutto quel che c'era da vedere, ma non si è fermata là: ancora oggi prende il libro e si spara tre storie in successione, una per eroe. Azzeccata la scelta di mettere una femmina, un maschio e un neutro, cosicché ognuno troverà la figura in cui immedesimarsi meglio: il protagonismo del piccolo lettore è chiamando in causa sin dall'inizio. È il bambino che decide e la storia prende la piega da lui voluta, non sempre razionale.
Girando le pagine intere si spostano tutti insieme i "terzi" precedenti
Come scritto, non è un'avventura facilissima e scontata, da successo al primo colpo, perché se si arriva in fondo in certe condizioni o senza soddisfare dei requisiti la prova fallisce e bisogna ritentare. Le scelte pesano, non vengono fatte tanto per fare. Il libro comunque non scoraggia mai, bensì mette voglia di riaffrontarlo, perché si impara dal passato e ciascun personaggio ha più di una sequenza giusta per arrivare vincitore alla fine, cosa che stimola.
Onestamente non trovo lati negativi in questo librogame, al massimo posso ribadire che non va a salti come succede nel canone del genere, per cui se il lettore si aspetta questo potrebbe rimanere deluso, se non addirittura infastidito. Se al contrario questa modalità piace, ha la possibilità di continuare la serie con il volume successivo. Spero che la localizzazione continui e che la collana possa contare ancora numerose uscite!


Una o due: semplice, no?
Quella tipetta lì è Lina la tosta!
COSA SI IMPARA IN QUESTO GIOCO
Ecco qui in elenco le cose che Ambra (5 anni e 3 mesi) ha potuto imparare – o ripassare – leggiocando Alla Ricerca del Drago:
  • che un libro solo può contenere più storie;
  • a tener conto delle caratteristiche del personaggio e del contesto per fare le sue scelte;
  • a decifrare e a seguire l'iconografia;
  • a non perdersi d'animo se si fallisce, perché dopo le cadute l'importante è rialzarsi!

Ouch! Un cerotto :(
FINO A QUANDO CI SI PUÒ GIOCARE
Il sito dell'editore e il retro di copertina riportano 4+ come età consigliata. Azzardo i 10-11 anni come limite superiore, in particolare se questo è il primo approccio con i librigame. Come esperienza diretta possiamo garantire che funziona alla grande in fascia 5-8 anni. Impiegato in una lettura di gruppo "collaborativa" ha saputo tenere tutti incollati alla storia e ha visto vivaci discussioni sul cosa fare e dove andare ^_^

MIA MOGLIE DICE COSE
«Ci è voluto un attimo per capire come funzionava, con le pagine divise in tre a seconda del percorso che si sceglie, ma giusto un attimo. Poi si comincia ad adorarlo.
Trovo fantastico il meccanismo delle ruote per visualizzare gli oggetti conquistati. Così i bambini più piccoli, che ancora non sanno scrivere, possono vivere le loro avventure senza bisogno di un adulto.
Ho notato che i bambini di cinque anni fanno un po' più fatica a capire che la scelta del personaggio è determinante per le scelte che si attuano, intuizione immediata invece per i più grandi. Questo però non è un problema, anzi è uno strumento in più di crescita e comprensione "del testo" per i bambini.
Ambra lo adora e ho visto che ha attirato molto anche due amichetti con cui l'ho letto.
Il prezzo di copertina (17,90 €) può spaventare, ma è giustificato dai materiali e dal fatto che non è un libro che una volta letto si mette in libreria a fare bella mostra di sé.
Secondo me è perfetto se volete fare un regalo originale.»

Turn around
Look at what you see...
MIA FIGLIA DICE COSE
«Il mio personaggio preferito è Lina la tosta, perché è forte e coraggiosa. Degli oggetti invece mi piacciono il coscio di pollo delle caverne e lo scudo di squame. Continuo a leggere questo libro perché fa quello che voglio io.»

Per tornare su seguite questo collegamento.

Se vi interessa potete acquistarlo online su Egyp.it

-- Le immagini sono tratte dal libro e dal sito ufficiale, i vari diritti appartengono ai rispettivi proprietari. Le immagini e le regole sono state riprodotte pensando possano essere una gradita forma di promozione. Verranno rimosse immediatamente su semplice richiesta. --

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[Anteprima][Librogame] Alla Ricerca del Drago [Anteprima][Librogame] Alla Ricerca del Drago/>
Rating: 5

1 commenti:

Powered by Blogger.