nonsolograndi

[nonsolograndi][librogame] Il piccolo Libro Cattivo

scritto da LucaCiglione

Continuiamo oggi il viaggio alla scoperta degli Escape Book per bambini.

Lo facciamo con un prodotto che fin dal titolo e dalla copertina, mette un po' di paura.

Per proseguire nella lettura della recensione dovete perciò essere:
  • Molto Coraggiosi;
  • Per nulla Fifoni.
Ora che sono rimasti solo i bambini possiamo continuare.

Il piccolo Libro Cattivo edito da Il Castoro è un librogame di tipo Escape scritto da Magnus Myst e illustrato da Thomas Hussung.
La traduzione Italiana è stata fatta da Serena Tardioli ed è consigliato a bambini dai 9 anni di età. La lunghezza è di 116 pagine. 

TIPOGRAFICAMENTE PARLANDO

Pagine delle storie
Dal punto di vista tipografico siamo di fronte a un vero gioiellino.

Le dimensioni sono quelle del tascabile e veniamo stupiti fin dal primo impatto con la copertina rigida, davvero spessa e con rilievi sul disegno della faccia del libro che possiamo apprezzare al tatto.

L'interno non ci delude, con pagine ad alta grammatura e disegni tutti a colori.

Il testo è di medie dimensioni, di facile lettura e alcune parole chiave sono evidenziate mediante utilizzo di grassetto, colori  e font di dimensione maggiore per catturare l'attenzione del lettore. (Un po' come faccio qui).

Gli enigmi sono spesso testuali e quindi integrati nelle pagine senza una distinzione netta.

GLI ENIGMI E IL SISTEMA DI GIOCO

Esempio di Enigma
Il libro è principalmente da leggere, dato che gli enigmi sono appena una decina in 116 pagine.

Quelli che ci sono presentano una certa varietà e sono principalmente legati alla comprensione del testo, alla ricerca visuale e all'esecuzione di piccole operazioni e ragionamenti di logica.

Rimanere bloccati è praticamente impossibile, in quanto abbiamo quasi sempre un novero di opzioni tra le quali scegliere, tuttavia è possibile sbagliare (e in quel caso finiremo temporaneamente in delle pagine prigione prima di tornare semplicemente all'enigma).

Di fatto gli enigmi sono un espediente perfettamente integrato nella trama e offrono un livello di sfida semplice, seppur soddisfacente.

LA TRAMA

Esempio di Enigma
Abbiamo, all'interno del volume, una trama principale che viene da subito ben definita: siamo di fronte a un libro che vuole diventare cattivo e perciò, durante la lettura, ci imbroglierà e proverà a rinchiuderci al suo interno.

Di fatto, l'intera narrazione è un meta-gioco, dato che il libro si rivolge a noi e ci chiede di effettuare azioni, sia interagendo con lui sia nel mondo reale (dovremo ad esempio raccontargli una bugia).

Nel farlo ci racconterà anche delle storie a sé stanti, che risultano quasi horror e che vogliono spaventare come da intento del libro. Esse, tuttavia, sono molto esagerate e grottesche e risultano così inverosimili che difficilmente i bambini verranno spaventati, quanto piuttosto spiazzati o divertiti.

È evidente quindi che siamo di fronte a un libro che, nonostante gli enigmi, ha una trama decisamente lineare e che quindi, di fatto, esaurisce il suo compito al termine della prima lettura (che poi ai bambini piaccia rileggerlo – con Gabriele siamo al quinto giro – è normale, ma non ne aumenta la longevità teorica).

A CHE ETÀ LO POSSO LEGGERE

La presenza di racconti così crudi e che terminano in tragedia ha probabilmente portato l'editore a indicare un'età abbastanza elevata. Posso in ogni caso dire che, assistiti dall'adulto, data la semplicità degli enigmi e l'assurdità delle storie che sono così grottesche da risultare quasi comiche, non vedo nessun problema a proporlo a partire dai 5 anni, magari letto insieme.

Anzi, da un certo punto di vista, il libro è divertente proprio per la fascia di età scolare, che amerà il fascino del proibito di dire una parolaccia e si divertirà alle improbabili azioni cattive del libro, così come proverà pathos nel finale.

Il divertimento è proprio dato dall'aspetto surreale della questione, che per un bambino risulta realistico, per un adulto divertente, ma forse un adolescente potrebbe non apprezzare.

Esempio di Enigma

GABRIELE DICE

Misterioso Personaggio
"A me piace questo libro, perché non è veramente cattivo."

Libro: "Per continuare devi dire una bugia. Hai almeno 16 anni?"
Gabriele "No, ne ho quasi cinque."
LucaCiglione: "Noo, devi dire una bugia, sennò ci rinchiude in prigione."
Gabriele: "Sì ho sedici anni."
LucaCiglione: "E la mamma può leggerlo? Quanti anni ha?"
Gabriele: "No, ne ha quattoridici."
LucaCiglione: "..."


CONCLUSIONI

Attenzione a non rimanere intrappolati
Il piccolo Libro Cattivo è un esperimento parecchio interessante, che può avvicinare alla lettura i bambini, proponendo uno schema molto originale, che li farà sentire coinvolti.

Gli enigmi sono propedeutici alla lettura e a mio parere la arricchiscono, ma non sono il fulcro del libro: se volete solo giocare non è il prodotto giusto.

Messo a confronto con altri Escape Book per bambini, nei quali la parte di gioco è preponderante, siamo qui di fronte all'opposto, nel quale sono la lettura e il meta-gioco (che mediante essa ci viene proposto) a essere protagonisti.

La cura dell'impaginazione lo rende un libro decisamente piacevole a tatto e vista e saprà sicuramente divertire con la sua storia i bambini che lo leggeranno. 

Potete trovare Il piccolo Libro Cattivo nelle principali librerie.

Ringraziamo l'editore per la copia recensore.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[nonsolograndi][librogame] Il piccolo Libro Cattivo [nonsolograndi][librogame] Il piccolo Libro Cattivo/>
Rating: 5

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.