[Ieri Sera sui Nostri Tavoli] Flamme Rouge, The King is Dead, It’s a Wonderful World e altri 4!


scritto da Figlio di Griffin e da tutti gli impressionanti

Buona domenica a tutti! Ai giocatori che si inteneriscono a guardare segnalini con disegni di ovini belli e ai giocatori che si innervosiscono a guardare segnalini con disegni di ovini brutti.
Questa settimana abbiamo giocato parecchio coi colori: bianco lana multicolor, giallo oro idolo, grigio fumo del progresso, marrone salsa di soia, azzurro cielo d'Irlanda, nero mantello oscuro e rosso bandiera al vento.
Buona lettura.



[F/\B!O P.] Battle Sheep • 2-4 giocatori • 7+ • 15' • giocato in 2, 3 e 4 nell'arco di una serata, alcuni alla prima partita • durate sui 10' con spiegazione
Battle Sheep
Antefatto: un amico di lunga data, che credevo babbano, il 14 febbraio sera mi manda una foto della moglie che gioca con lui a Kingdomino e didascalia: "Scusa Fabio, ma te la devo mandare, questo è il nostro romanticissimo san Valentino." Per farla breve, qualche giorno dopo gli piombo in casa con una borsata di giochi. Per sdebitarsi lui prova a mettermi in mano una scatola delle sue, io sto per pronunciare il rifiuto di default dovuto allo Scaffale della Vergogna, poi vedo il 7+ e lo saluto con un: "Grazie, questo lo provo volentieri con Ambra." Per fortuna che l'ho accettato, perché il gioco poi è stato un successone! Semplicissimo e profondo insieme. Nella prima fase i giocatori compongono il tabellone con tessere formate da 4 esagoni, nella seconda muovono le loro pile di pecore in linea retta per occupare gli esagoni (ne lasciano almeno una su quello di partenza). Praticamente le regole son finite qua. Questo ci ha permesso di fare partite miste grandi-nongrandi, ma pure sfide tra soli adulti, non intralciati da una durata molto contenuta. Di fatto è un gioco astratto con una veste pecoreccia, perché in sostanza stiamo parlando di esagoni e dischetti. La qualità "più del necessario" (illustrazioni fumettose, cartone spesso e dischi pesanti) è stata di certo un altro fattore di conquista. Con le forme diverse createsi, abbiamo potuto sperimentare tabelloni compatti, bucati e bislunghi. Insomma, un trionfo da tutti i punti di vista. Che sorpresa!


[Davide-Simarillon] Karuba
• 2-4 giocatori • 8+ • 40' • giocato in 3 • 45' minuti 
Karuba
Abbiamo decine di partite a Karuba, ma ci divertiamo ancora molto giocandolo. Family molto interessante, con un setup un pochetto lungo, in cui con il piazzamento di alcune tessere si devono creare i percorsi migliori per i nostri esploratori che devono attraversare la giungla e raggiungere i templi. Ci è già successo di avere strade senza uscita, di intrappolare dei poveri esploratori, di non riuscire a far partire un esploratore, insomma un po' di tutto, eppure all'ultima partita ci siamo guardati negli occhi stupendoci delle sensazioni così diverse, dovute alle posizioni di partenza e arrivo un po' inusuali, seppur nelle nostre partite non mancando mai i due 100 viola con la velocissima strada relativa (altrimenti Letizia di arrabbia). L'effetto tombola c'è, con l'attesa del numero per coinvolgere tutti e creare un po' di suspense; davvero consigliata la prova di almeno una partita.


[Antonio-Figlio di Griffin] It's a Wonderful World • 1-5 giocatori • 14+ • 45' • giocato in solitario • 25' con veloce lettura del regolamento
It's a Wonderful World
Incuriosito dalla recensione di cogo71 e TeOoh! ho voluto prendere questo titolo per giocarlo proprio in solitario. La scelta mi ha molto soddisfatto. È abbastanza facile da padroneggiare e scorre via in maniera molto lineare. L'ambientazione non l'ho avvertita per nulla, mi è sembrato più di giocare a un forte astratto in cui coprire spazi con cubetti colorati. Solo nelle fasi finali ho percepito un certo collegamento tra le carte costruite e le risorse prodotte. In gruppo non saprei se consigliarlo: il draft darebbe una blanda interazione indiretta che lo lascerebbe comunque un vero solitario di gruppo. Sarò curioso di provare anche – e presto – la prima espansione che ho ancora "incellophanata". Promosso.


[Valeria-MeepleOnTheRoad] Sushi Go Party! • 2-8 giocatori • 8+ • 20' • giocato in 5 • 25'
Sushi Go Party!
Visto che non si sa per quanto rimarremo in "zona gialla", si approfitta di una bella serata con le nipotine (11 e 12 anni) per tirare fuori questo titolo che loro amano molto e che io non mi rifiuto mai di intavolare. Sushi Go Party! ha proprio quello che nella nostra famiglia cerchiamo in un party game: rapido, colorato, semplice da apprendere e giocare e con disegni super-pucciosi. La partita vola via senza problemi particolari, rallentata ogni tanto da qualche indeciso che non sa se puntare sul sempre remunerativo Sashimi o se sfruttare il potere delle Bacchette per una doppia pescata. Siamo talmente presi a pensare al nostro menù che nessuno dei tre adulti al tavolo fa caso alla piccolina che accumula gelati su gelati... con i quali ci massacrerà al conteggio finale. Nonostante la meccanica del draft mi sia congeniale, non vinco mai a questo gioco, ma lo adoro lo stesso. E poi mi fa venire una voglia matta di sushi che ho tutta l'intenzione di soddisfare!


[Andrea P.-White Winston] The King is Dead (Second Edition) • 2-4 giocatori • 14+ • 30-45' • giocato in 2 • 40' con spiegazione
The King is Dead (Second Edition)
Dopo aver sentito anni di lodi e commenti entusiasti all'interno della redazione, dopo averlo rincorso per lungo tempo (invano, vista la reperibilità infinitesima della prima edizione), dopo aver gioito per la ristampa in seconda edizione, dopo aver visto smarrire sulla via di casa la mia copia acquistata, finalmente sono riuscito a mettere le mani su questo titolo. Che dire... confermo al 100% le impressioni già espresse e ripetute nelle recensioni sul blog: questo titolo è un concentrato di interazione, eleganza e condensazione. Aggiungo che, da amante degli eurogame di peso, è un gioco perfetto per un ultimo esercizio defaticante di fine serata. Contenuto, rapido, ma profondo abbastanza da dover ponderare bene le scelte e mantenere un carattere deterministico, nonostante l'interazione molto alta. A essere sincero, probabilmente mi aspettavo anche di più di quello che mi ha dato... ma questo è sicuramente da imputare alla genesi travagliata e carica di hype che ho descritto sopra. In definitiva, direi che il titolo per quel che costa, può essere considerato davvero un imprescindibile e troverà facilmente spazio grazie alla durata contenuta e alla facilità di essere proposto. A causa della pandemia sono stato costretto per il momento a giocarlo solo su TTS... ma la mia copia fisica è lì nell'armadio che scalpita per vedere il tavolo e confido che, quando sarà possibile, lo conquisterà senza dubbio.


[Iaia] Batman: Gotham City Chronicles
• 2-4 giocatori • 14+ • 60-90' • giocato in 4 • 80'
Batman: Gotham City Chronicles
Seconda partita fatta: questa volta ero nella squadra dei "buoni", in particolare utilizzando Batwoman nello scenario "Deadly Infection". Sconfitta clamorosa insieme a Batman e Robin contro Pinguino e la sua banda. L'idea era quella di liberare la strada a Batman e Robin dagli scagnozzi mentre loro facevano le cose importanti della missione come recuperare il siero per poi produrre l'antidoto. Un piano infallibile se non che Batman è svenuto in una stanza piena di nemici per metà partita, mentre Batwoman ha continuato a sconfiggere scagnozzi aspettando il resto della squadra. Al sesto turno Robin è riuscito a recuperare il siero, ma ormai era troppo tardi. Grazie a mio fratello ho provato sia questo gioco che Conan, sempre della Monolith, che utilizza lo stesso sistema di gioco di Batman. Personalmente mi è piaciuto molto di più quest'ultimo, sia per l'ambientazione che conosco meglio sia perché il sistema è aggiornato rispetto a Conan.


[Antonio-Figlio di Griffin] Flamme Rouge • 2-4 giocatori • 8+ • 30-45' • giocato in 2 • tempo 25'
Flamme Rouge
L'ho ripreso con piacere dallo scaffale per proporlo a un mio collega neofita per il quale, ovviamente, ho scelto di fare la partita base, senza utilizzare il lato B delle tessere con discese e salite. Ho evitato anche di utilizzare il bot di Peloton proprio per dargli l'idea semplice e diretta di meccaniche e sviluppo di partita. Ha funzionato, perché il mio avversario è stato catturato, poco per volta, dal crescendo della corsa, con le difficoltà nella scelta delle ultime carte una volta vicini al traguardo. Alla fine ha pure vinto con un certo distacco. Gli ho spiegato che in 2, senza un terzo giocatore, l'effetto scia è molto più calmierato, restituendo un'esperienza meno "ciclistica" e più da semplice gioco di percorso. In ultima analisi gli è piaciuto tanto da chiedermi di riproporlo almeno in 4 giocatori, per vivere il vero senso della sfida! Se c'è un gioco con meccaniche semplice e intuitive che può catturare nuovi giocatori al tavolo, questo è di sicuro Flamme Rouge.





Anche questa settimana abbiamo tre bei video e tutti e tre video di apertura... di scatole! Gli apritori sono la sterminatricedialea-Valeria, il figurino-Davide e il portatoresanodipizzetto-Fabio.

Cominciamo con la nostra-vostra Valeria-MeepleOnTheRoad che, non priva di timore per quello che potrebbe esserci nelle profondità marine, ci apre la scatola del nuovo lavoro di Laukat, ossia Deep Vents.


Continuiamo con Simarillon-Davide che sceglie di aprirci un classico che ha portato alla ribalta la meccanica del bag-building, il famosissimo Orléans.


Concludiamo con F/\B!O che ci apre il suo ennesimo figlio di KS, Fossilis, un gioco con all'interno un vero e proprio sito di scavo, reso benissimo da una solida forma quadra e plasticosa.



E voi questa settimana cosa avete tirato via dallo scaffale con piacere? Quale titolo avete proposto a neofiti o babbani? Ci leggiamo nei commenti.
A domenica prossima!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[Ieri Sera sui Nostri Tavoli] Flamme Rouge, The King is Dead, It’s a Wonderful World e altri 4! [Ieri Sera sui Nostri Tavoli] Flamme Rouge, The King is Dead, It’s a Wonderful World e altri 4!/>
Rating: 5

4 commenti:

  1. Io ho ritirato fuori dal garage:Hotel. Lo hanno visto i miei figli mentre sistemavamo e facevamo in po' di pulizia. Su, lo so che è un gioco stile monopoli (anche se a me piace di più) ma ho ancora la versione di 35 anni fa ancora giocabile e in buonissime condizioni. Avevo ricomprato una versione qualche anno fa nn ricordandomi che la vecchia era ancora in buono stato. Ecco, la MB nonostante gli anni la batte in tutto. Il tabellone del vecchio nn ha confronto e gli edifici rimangono montati e si incastrano meglio.
    Saluti e buon gioco a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande! Avrai fatto illuminare gli occhi del MagoCharlie con questo commento visto che è sempre felice di sapere che esistono ancora vecchie scatole, in cantine o garage, in buone condizioni...

      Elimina
  2. Fatta una partita a Flamme Rouge a una Modena Play con moglie e figlia grande. A me il gioco è piaciuto anche se non sono un appassionato di ciclismo. Purtroppo alla parte femminile della famiglia no. Quindi non credo che avrò occasione di rigiocarlo. Peccato.

    Ciao

    Marcello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marcello, ti consiglio allora di giocarlo con l'espansione Peloton che introduce due diversi bot con cui puoi affrontare il gioco anche in solitario. Ti assicuro che ne vale la pena se il gioco ti è piaciuto.

      Elimina

Powered by Blogger.