[Raccolta e Assegna] Il miglior gioco sul cibo – Vincitore

scritto da F/\B!O P.

Che dire se non: "gli opposti si attraggono"?
All'angolo rosso il peso paglia BGG da 1,3 su 5, da 20 minuti, party game fino a 8 giocatori, adatto già dagli 8 anni di età.
All'angolo blu il peso massimo BGG da 4,2 su 5, fino a 240 minuti, strategico che rende al meglio in 3-4, età indicativa 14+.


Dopo 19 round la vittoria è andata a Food Chain Magnate, ma solamente ai punti: niente KO. Diciamo che se i voti a base di pesce crudo si fossero concentrati su una delle due versioni (base vs party) sarebbe stato un pareggio. Dal momento che di FCM abbiamo già un paio di post sul blog, mentre di Sushi Go Party! solamente una pillola, mi dilungherò un pochetto su quest'ultimo.

Sushi Go Party! (2016) espande e integra l'originale Sushi Go! (2013), un veloce draft di carte, illustrato con un'adorabile stile giapponese. Fondamentalmente, ogni giocatore inizia la partita con una mano di carte, da cui deve prenderne una e passare le altre al giocatore a fianco. Ogni tipo di pietanza ha una condizione di punteggio differente. Le carte scelte vanno appoggiate a faccia in su di fronte a voi e vi faranno segnare punti al termine del round, che si conclude appena tutte le carte sono sul tavolo. Dopo 3 round, la partita è finita.


Rispetto al base aggiunge diversi nuovi tipi di cibo, che si mescolano a seconda del "menu" selezionato prima di cominciare: menu diversi presentano cibi diversi, più o meno difficili da segnare. La scatola (che chiaramente è più grande dell'altra, tuttavia resta molto trasportabile) ne fornisce 8, compreso il Sushi Go! originario. Con un poca di pratica è possibile creare i propri menu da inserire nel gioco, rendendolo più tranquillo o più aggressivo, con punteggi più alti o più bassi. In sostanza è quel tipo di "expandalone" in cui la meccanica base rimane invariata, però si amplia il ventaglio delle opzioni. Il tabellone è una bella aggiunta, in quanto è decisamente meglio del tener traccia dei punti con carta e penna, poi il fungere da riferimento per i giocatori, mostrando quali carte sono in gioco e cosa fanno mediante le tessere menu, è una gradita integrazione.

C'è una buona dose di fortuna, ma i giocatori attenti di solito vincono contro quelli concentrati solo su ciò che hanno in mano. È comunque un punto di partenza privilegiato per introdurre nuove persone all'hobby del gioco da tavolo, pur godibile un po' da chiunque. Divertente, rapido, semplice da spiegare, non manca mai di attirare gli sguardi e spesso fa scucire i soldi per acquistarne una copia. Se si scopre che il draft piace, si può provare un passetto in più verso 7 Wonders.

Controindicazioni: probabile ordine al take-away finto-giappo sotto casa...

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[Raccolta e Assegna] Il miglior gioco sul cibo – Vincitore [Raccolta e Assegna] Il miglior gioco sul cibo – Vincitore/>
Rating: 5

1 commenti:

  1. Altro che "probabile": l'ordine al finto-giappo sotto casa post-partita è d'obbligo! 😂

    RispondiElimina

Powered by Blogger.