[Ieri Sera sui Nostri Tavoli] Destinies, Detective e altri 3! (+ indovinello)

scritto da Matte e da tutti gli impressionanti

Buona domenica a tutti! Come già due domeniche fa, sono io (Matte) a illustrarvi i titoli che abbiamo intavolato in quest'ultima settimana, visto che Figlio di Griffin al momento ha qualche piccolo problema tecnico. Pure in questo appuntamento la quantità di titoli non è elevata, complice forse anche l'arrivo dell'estate e delle passeggiate serali a prendere un gelato, invece di stare a casa in compagnia dell'ultimo cinghiale che era rimasto sullo scaffale della vergogna...
Veniamo però a noi, o meglio ai giochi che effettivamente abbiamo provato: buona lettura!



[Valeria-MeepleOnTheRoad] Die Paläste von Carrara • 2-4 giocatori • 10+ • 60' • giocato in 4 • 70' con spiegazione

Die Pälaste von Carrara
Erano almeno tre anni che chiedevo ai miei amici di provare questo titolo: finalmente l'hanno portato a casa mia e ci abbiamo giocato. Mi incuriosiva troppo, perché ne parlavano tutti come di un gioco davvero top e, se posso, cerco sempre di provare i titoli vecchi, che in genere hanno meccaniche lineari e ben amalgamate, anche se non sono bellissimi esteticamente. Invece questo I Palazzi di Carrara è pure bello da vedere! Colorato, con bei materiali e dal feeling piacevole. Spiegazione abbastanza rapida e poi si parte. I due possessori del gioco cominciano spediti con una strategia ben precisa: uno punta a costruire castelli tra Lucca e Viareggio, l'altra erige porte tra Livorno e Pisa. Il Riccio, anche lui alla prima partita, punta alle biblioteche. Io non capisco subito cosa devo fare e costruisco un po' di tutto su Massa e Lerici, non capendo perché i mattoni blu e neri non interessano a nessuno. Poi realizzo cosa ho combinato quando mi rendo conto dei pochi punti che otterrei a reclamare edifici misti: chissà perché, nella mia testa avevo registrato che avrei ottenuto un bonus con un edificio per tipo, ma me lo sono sognato. Oltre a reclamare le due città sull'estrema destra della mappa, ho combinato ben poco, anche se il distacco in punti dal vincitore non era così evidente, avendo costruito parecchi edifici di valore 4 e 5. Che dire? La partita è volata e il gioco mi è piaciuto davvero molto, nonostante abbia carburato solo da metà partita in poi. Secondo me ha una buona rigiocabilità, perché gli edifici escono casualmente, così come a caso vengono pescati i mattoncini colorati, quindi è poco probabile fare lo stesso gioco in tutte le partite. Mi piacerebbe riprovarlo con l'espansione, già inclusa nella scatola. Comincio a chiederlo ora ai miei amici: magari fra altri tre anni ce la faccio!
[approfondisci su GSNT]


[Interesse Ludico] Detective: sulla scena del crimine – Edizione Gioco dell'Anno • 1-5 giocatori • 8+ • 120-180' • giocato in 2 • 150' con spiegazione

Detective: sulla scena del crimine
NO SPOILER! Ci proviamo! Il gioco ci chiede di calarci nei panni di detective (sbirri che lasciano tracce di pelo sulla scena del crimine, iniziamo bene – NdPanda) con tanto di mezzo della FB... ehm Antares per andare alla ricerca di prove sul campo o in laboratorio a far analizzare le prove o ancora in tribunale per scartabellare vari casi. Ogni cosa che faremo farà avanzare la tabella di marcia, i giorni a disposizione e le ore saranno sempre meno di quanto necessario per scoprire tutto-tutto, quindi bisogna capire bene su quali indizi concentrarsi per non perdere tempo, nonostante avendo un panda come spalla non sia una cosa facile, poiché perde tempo già di suo (Non è vero. Andiamo a indagare in gelateria? – NdPanda). Questo viene fatto usando dei token di vario tipo forniti dalle abilità degli investigatori, disponibili in numero limitato, per svelare altri dettagli dalle carte del caso. Ad ogni modo, il gimmick del gioco è il sito messo in piedi dall’editore, che evoca un vero e proprio database da cui attingere ogni tipo di informazione su persone coinvolte nei casi, interrogatori, impronte digitali e del dna e altro ancora. E sapete una cosa? Funziona alla grande. Diverse volte dopo aver inserito un codice per un’impronta mi sono girato verso il Panda e dichiarato “Capo, abbiamo un riscontro” e il Panda rispondeva con “Questo caso puzza più dei tuoi calzini”. Per i menagrami anti-app/materiali-senza-legno possiamo dire che si tratta di un sito web. Ora capisco non avere fiducia nelle app (anche qui… oggi abbiamo emulatori di console 8 bit di 40 anni fa… – NdPanda), ma addirittura non avere fiducia che esista Internet o che non esista più qualcuno che paghi il server per i giochi Portal (mica gli ultimi arrivati – NdPanda) ce ne vuole. Semmai a voler trovare proprio dei difetti, pur essendo solo al primo dei 5 casi, è il dubbio della rigiocabilità (ma tanto tu non ricordi cosa hai mangiato ieri, sei tonto – NdPanda) e che bisogna essere ben concentrati per giocarci. Inoltre è molto utile fare una mappa concettuale, proprio come le bacheche di sughero che vediamo in serie come CSI e simili, e questa possibilità esula dai materiali forniti: certo, si può prendere carta e penna, è altamente consigliato, lo facciamo con altri giochi come Sherlock Holmes Consulente Investigativo, non è propriamente un difetto. Sito a parte, Detective riprende svariate cose da altri giochi, come il test finale a cui rispondere tipico di SHCI appunto. Ma se il vostro obiettivo è avere un’esperienza più simile possibile ai vari telefilm o reality di crime investigation, in questo Detective eccelle. Fighissimo.
[compra su Egyp]


[Davide-Simarillon] Butterfly • 1-6 giocatori • 8+ • 30-60' • giocato in 2 • 25' senza spiegazione

Butterfly
Il simpatico riccio (è dai tempi di Sonic della Sega che i ricci mi stanno particolarmente simpatici) si muove su un prato a caccia di margherite, farfalle colorate, cavallette, lucciole, api con i relativi favi e cercando di evitare le vespe. Movimento ortogonale su una griglia quadrata di dimensioni dipendenti dal numero di giocatori (si parte dal 6×6 per 2 giocatori, fino ad arrivare al 9×9 per 5 giocatori), il riccio rotola di quanti passi vuole e "cattura" la tessera su cui termina, con logiche differenti per ognuna delle tipologie (ad esempio: le api fanno punti solo con il favo, in caso contrario sono negativi; le cavallette soltanto con l'ultima raccolta; le lucciole fanno punti solamente per il valore più basso raccolto; le farfalle fanno i punti sulla tessera con eventuali moltiplicatori, se raccolti; eccetera). Le tessere catturate liberano il prato e in alcune caselle sarà presente un retino (se attraversato permette, eventualmente, la pesca di un'ulteriore tessera coperta), introducendo un forte fattore di fortuna in un gioco altrimenti a informazione completa. La partita termina quando il riccio non ha più mosse valide e i punti assegnati per quanto raccolto determinano il vincitore. Gioco di set collection basico, ma divertente; è sicuramente interessante che, nel medio gioco, si possano forzare alcune prese agli avversari. 
Gioco benissimo, sto per portare a casa la vittoria, ma una disattenzione finale mi obbliga a prendere la cavalletta da 2 e fa saltare via i miei 8 punti già incamerati: errore gravissimo, che mi costa la partita! Sempre concentrati si deve stare se vincere si vuole!
[compra su Egyp]


[Yuri-Sayuiv] Destinies • 1-3 giocatori • 10+ • 90-150' • giocato in 2 • 150' con spiegazione

Destinies
Bello, bello, bello. Mi è piaciuto davvero tanto. Io e mio figlio abbiamo fatto la prima avventura, quella della Bestia e che non è collegata agli altri scenari. Io ero il nobile, lui la strega. Il gioco mi ha fatto ritornare giovane, ricordandomi le tante ore spese a giocare a Baldur's Gate II, gioco che non dimenticherò mai. La mia speranza per questo gioco era proprio questa: avere un mondo vivente, "senziente", dove andare in giro con il nostro "eroe". Ogni NPC che si incontra restituisce una esperienza diversa, con i suoi bisogni che possono trasformarsi in mini-missioni per noi. Ogni personaggio giocante da noi ha 2 possibili destini da perseguire e il gioco è una sorta di gara a chi per primo riesce a compiere uno dei propri destini. Sì, avete capito bene, è un competitivo e l'app – che siamo costretti a utilizzare – riesce a gestire il tutto a meraviglia. La meccanica con cui gestire le proprie statistiche e le sfide che si misurano in successi l'ho trovata non solo innovativa, ma anche azzeccata con il gioco. Non ci sono punti vita e, quando dobbiamo essere puniti, il gioco lo rende facendoci perdere uno o due punti statistica (spostando i token verso destra), che comunque possono essere recuperati spendendo punti esperienza. Ecco, dai punti esperienza mi sarei aspettato qualcosa di più. I token esperienza sono pressocché inutili, l'unica cosa che possiamo farci è spenderli per aumentare (spostando verso sinistra) i token statistica, due volte lo stesso o due diversi una volta ciascuno. Praticamente ci siamo ritrovati a non prenderli nemmeno, visto che li spendevamo subito. Altro lato negativo è l'invasività della app. Si fa quasi tutto tramite l'app, ma devo dire che comunque avere la mappa sul tavolo, con i vari punti di interesse, la plancia personale per gestire oggetti e statitische, restituisce comunque un buon feeling. Tutti i componenti in cartoncino sono fantastici: credo di non aver mai visto un cartoncino così spesso. Dall'altro lato invece, le miniature, sopratutto quelle degli "umani", sono piccolissime. Se l'app è il prezzo da pagare per avere una esperienza alla BGII, sono ben felice di accettarla. La ritengo più necessaria di quella utilizzata su Chronicles of Crime, visto che gestisce eventi e azioni. Per fare un esempio inventato, vado nella foresta, vedo un albero che brilla, lo taglio e trovo una gemma. Se qualcuno va lì, l'opzione dell'albero che brilla non c'è più. Questo sarebbe stato difficile da gestire con i classici libri a capitoli. Per finire, uno dei motivi che mi ha spinto a fare questo acquisto sta proprio nel fatto che quando sarà pronta, l'app su Steam permetterà a chiunque di utilizzare i componenti e creare la propria storia: se la comunità sarà attiva, si avranno praticamente ore e ore di gioco.


[F/\B!O P.] Dwar7s Spring • 2-4 giocatori • 12+ • 45-80' • giocato in 2 alla prima partita  • 99' con spiegazione

Dwar7s Spring
Mio compare ha temporaneamente mobilità ridotta e allora cosa c'è di meglio di portargli un gioco di esplorazione? Sì, perché dopo aver fondato il regno in Dwar7s Fall e averlo difeso in Dwar7s Winter è ora il momento di espanderlo. È un titolo di piazzamento lavoratori (sette nani), tramite i quali costruire insediamenti (torrette), esplorare (combattendo mostri o raccogliendo risorse), evocare una fata (pescare carte monouso), comandare i draghi (facendoli evolvere) e andare in missione (per migliorare il proprio mazzo, c'è pure del deck-building qui). La parte più particolare sta proprio in combattimento e raccolta: si pesca dal proprio mazzo un numero di carte dato dal numero di propri nani (da ripiazzare a ogni round) sulla tessera obiettivo più il numero di proprie torrette (inamovibili) sulle tessere adiacenti. Partiamo con stategie opposte: lui due torrette vicine, io ai capi opposti del tabellone. Di fatto sarebbe stato meglio che avessi fatto così anch'io, per la meccanica di cui sopra, ma ho recuperato abbastanza in fretta. Ho puntato molto sull'abbattere mostri, cosa assai divertente già di per sé, e sullo svuotarmi la plancia personale dalle torrette, fatto che genera risorse e punti vittoria. Pochi, a dir la verità, ma questo è uno di quei giochi in cui si fanno pochi punti, con fatica e programmando: risultato finale 24-21 per me. Uno dei fattori che mi ha dato il risicato margine di vantaggio è stato sicuramente non sprecare alcun turno (piazzare torrette occupa già tre nani su sette). I materiali sono al top, come l'editore canadese ci ha  abituato già da tempo. Da far provare a Monica!





Ma questa settimana abbiamo caricato anche nuovi video sul nostro canale YouTube, a partire da un nuovo Gioca con me della nostra Valeria-MeepleOnTheRoad, che ci spiega come giocare a Tutankhamun.

Abbiamo poi due unboxing, entrambi fatti dal nostro buon F/\B!O: il primo video è relativo alla nuova espansione Perfectly Wreched del best seller Disney Villainous.

Nel secondo invece toglie il cellophane a KO Memo, il gioco di memoria edito da Ludic.

Chiudiamo i video della settimana con la nuova puntata del nostro Podcast, in cui abbiamo parlato di quei giochi che non hanno una durata fissa, ma che permettono ai giocatori di innescare il fine partita in base alle loro scelte. Scopritene di più in questo episodio!

Prima di salutarvi, continuo la tradizione di Figlio di Griffin con un indovinello:

"Esiste da milioni di anni, ma è nuova ogni mese"

La risposta è semplice. In attesa dei vostri tentativi, ci complimentiamo con SAYUIV per aver indovinato la risposta della settimana scorsa (per i meno attenti, era Small World)!

A domenica prossima!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[Ieri Sera sui Nostri Tavoli] Destinies, Detective e altri 3! (+ indovinello) [Ieri Sera sui Nostri Tavoli] Destinies, Detective e altri 3! (+ indovinello)/>
Rating: 5

7 commenti:

  1. Ci riprovo anche se .... Nova luna

    Destinies e esaurito,dicono tornerà disponibile nel Q3 2021, peccato 😔

    RispondiElimina
  2. Beh, potrebbe essere anche Luna, di Feld, oltre che Nova Luna, di Rosemberg....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Davide, era proprio Luna!

      Elimina
    2. Grazie! Sempre sfidanti e divertenti i vostri indovinelli ludici!

      Elimina
  3. Grazie infinite ancora a Matte per avermi coperto in questo momento di difficoltà tecniche che sto affrontando 😅.
    Complimenti per l'indovinello, mi è piaciuto molto...per la cronaca, avrei sbagliato perché anch'io avrei detto Nova Luna 😬

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, è un piacere! ;) E grazie per i complimenti, ho imparato bene le lezioni allora :D

      Elimina

Powered by Blogger.