La vedetta di KS

[La vedetta di KS] Anno 4 - XL Puntata

 scritto da Sayuiv (Yuri)


Dopo una Essen che ha fatto discutere (QUI il report del boss) il trend in salita della scorsa settimana non poteva che continuare, avendo nel momento in cui scrivo oltre 700 campagne attive nella sezione giochi. Da una parte è rincuorante, sembra che a piccoli passi si stia tornando alla normalità, dall'altra, come discusso precedentemente, mi domando come faranno tutte queste campagne a consegnare visti i costi proibitivi delle spedizioni dalla Cina. Ma veniamo alla puntata, in quella che forse per la prima volta vi offre un piccolo Easter Egg (ma manco tanto) che potrete trovare leggendo. Al primo che indovina gli farò dono del primo punto VEDETTA della storia!
  • Fractal: Beyond the Void
  • Verdant
  • Drop Drive
  • Beast
  • Don't Go in There
  • Try Before You Pledge

La Board Game Ink sembra tenere molto all'ambientazione sci-fi e, dopo averci portato X-ODUS, un gioco cooperativo, ora ci propone un competitivo 4X che ripete il mantra dei 30 minuti a giocatore. Questa volta saremo a capo di un emergente impero galattico il cui scopo è quello di esplorare l'universo, scoprire segreti, competere per la conquista dei pianeti, delle risorse e guadagnare prestigio e potere.
Le caratteristiche, che probabilmente lo mettono in risalto rispetto ad altri giochi del suo genere, sono la presenza di una campagna legacy e la possibilità di avere fino a 2 automi che saranno in grado di prendere il comando di una delle 7 fazioni del gioco e sfruttarne le peculiarità asimmetriche. La nota dolente è che tutto ciò non è presente nella scatola base, che è venduta a 79 euro. Per avere la campagna legacy bisognerà sborsare 40 euro in più, che secondo me dalla descrizione del contenuto li valgono tutti, visto che comprende più di 100 pagine del libro campagna, 25 nuovi scenari, 5 nuove fazioni e altre 96 miniature, raddoppiando di fatto il contenuto della scatola base. E il tutto ovviamente compatibile con il gioco base, per giocare le partite normali. L'espansione dell'automa invece sembra andare nell'altro verso. Con 25 euro ci portiamo a casa 2 Automi (senza specificare cosa vuol dire, probabilmente dei mazzi di carte?) e le regole della modalità in solo. La cosa bella è che ci permetterebbe di simulare sempre delle partite in 4 (tetto massimo di giocatori) anche quando siamo solo in 2. Il vantaggio di finanziare la campagna di questo gioco, che sembra non andrà in retail, sono dei bellissimi token in acrilico per le colonie, l'espansione per scenari cooperativi, poster e la scatola da collezione della prima edizione. A livello di meccaniche non sembra esserci niente di così innovativo e, seppur con le dovute differenze, credo ci troviamo di fronte ai classici canoni del genere, ma non dimenticatevi la campagna legacy!

In Verdant vestiremo i panni di un padrone di casa che cerca di sfruttare gli spazi per cercare di posizionare diversi tipi di piante, dandogli la giusta luce e accudendole amorevolmente. Dietro lo sviluppo di questo gioco c'è un gruppo di autori che hanno prodotto giochi come Calico, Cascadia e Fantastic Factories. La meccanica base del gioco è quella del draft, che ricorda un po' La casa dei sogni. Qui abbiamo due mazzi di carte, ovvero le carte pianta e le carte stanza, e una serie di token colorati. Ogni turno si crea un display di 4 carte pianta, 4 carte stanza e in mezzo si mettono 4 token. Nel nostro turno possiamo prendere o una carta pianta o una carta stanza, con il token associato a quella colonna. Il nostro spazio di gioco si andrà a formare piazzando le carte, creando una griglia finale 5×3 con l'obbligo di alternare carte pianta e stanza. Sulle carte pianta troveremo quali tipi di luce gioveranno loro, quanti punti "fioritura" richiedo per farci guadagnare i punti indicati.
Le carte stanza invece, divise in 5 colori, ai quattro lati hanno i simboli del tipo di luce che danno alle carte pianta adiacenti. Se il tipo di luce della stanza corrisponde a quello richiesto dalla pianta adiacente, essa guadagna un token "fioritura". Se sulla stanza mettiamo un token animale domestico/mobile dello stesso colore della stanza, le piante che hanno il simbolo luce della stanza guadagnano un altro punto "fioritura". I token attrezzo invece donano 1 o 3 punti "fioritura". Quando una carta pianta ha raggiunto la "fioritura" richiesta, è pronta per essere travasata, si prende il token vaso con il punteggio bonus più alto disponibile e si mette sulla carta pianta. Il gioco termina una volta terminata la griglia e, oltre a guadagnare i punti delle piante completate, è possibile ricevere punti dalle carte obiettivo scelte tra le 24 disponibili, garantendo in questo modo partite sempre differenti. Se la cosa non vi ha ancora convinto, sappiate che partecipando alla campagna riceverete l'espansione grauita delle piante senza vaso e il tutto al modico prezzo di 22 euro. 

Capita spesso che un gioco nasca con una ambientazione fantasy, fare un discreto successo, creare una espansione e poi riprendere quelle meccaniche e rimescolarle in salsa sci-fi. Lo abbiamo visto la settimana scorsa con One deck Dungeon, senza contare la serie dei Tiny Epic (vabbe', ormai hanno toccato quasi tutte le ambientazioni). Zombicide addirittura ha fatto moderno → fantasy → sci-fi → western, forse ispirati dai Tiny Epic. Drop Drive è il seguito spirituale di Dungeon Drop, un gioco fantasy piuttosto astratto, dove si prende una manciata di cubetti di legno di colore e dimensione differente, si lasciavano cadere sul tavolo a creare il dungeon.
In Drop Drive, la meccanica base è simile, ma se in Dungeon Drop i cubetti indicavano pilastri, mostri, tesori, pozioni e altro, qui invece andremo a trovare asteroidi, pianeti, risorse e carburante. Dopo aver costruito la nostra navicella e scelto l'equipaggio di partenza, si posiziona un tondo di plastica giallo curvo a rappresentare il sole, sul quale andremo a far cadere i cubetti creando il BIG BANG. Se nel fantasy ci si muoveva di stanza in stanza, qui viene utilizzato un gimmick che ricorda quei serpenti giocattolo di plastica snodabili, composti da piccoli pezzi agganciati tra di loro. La lunghezza di questo gimmick dipenderà dalle statistiche della nostra nave. Praticamente si posiziona in verticale e si lascia cadere, andando a creare il tragitto che la nostra navicella percorre "interagendo" con i vari cubi che incontra sul percorso. La cosa che mi ha colpito di più è la simulazione dei vari pianeti, che richiedono di estrarre una carta pianeta, che diventa una mini plancia di gioco da esplorare. Avremo anche il dovere/piacere di incontrare passeggeri bisognosi di passaggio. 

Gioco a movimento nascosto 1 contro tutti, dove un giocatore prenderà il ruolo di uno dei 6 mostri disponibili e fino a 4 giocatori prenderanno il ruolo di 1 dei sei cacciatori. Ogni cacciatore e mostro hanno abilità uniche utili ai fini del gioco. In fase di setup viene anche scelta una carta missione, che indica le condizioni di vittoria per il mostro o per i cacciatori. L'ambientazione tende al fantasy e questo è bene indicato dalle illustrazioni (che mi ricordano il tratto di Laukat) e dal tabellone. Il gioco è diviso in round, ciascuno dei quali è diviso in 3 fasi.
  • Alba – durante questa fase si esegue il draft delle carte azione che coinvolge sia il mostro che i cacciatori. Il numero di carte azione dipende dal numero dei giocatori.
  • Giorno – a turno, i giocatori utilizzano le carte azione, potendone giocare fino a 1 con il simbolo rosso e una con il simbolo blu. Ogni carta ha due riquadri indicanti l'azione da eseguire. Il riquadro superiore è per il mostro, mentre quello inferiore per i cacciatori. In alternativa, è sempre possibile scartare una carta per muoversi di 1 spazio oppure passare se non c'è nessun giocatore che ha meno carte azione di noi. 
  • Notte – questa fase inizia quando tutti i giocatori hanno passato consecutivamente. Si scartano le carte azioni rimaste, si tolgo i danni da animali, paesani o nobili che non sono morti, eventuali cacciatori morti rinascono in una delle città e si controlla la carta missione. Infine, i giocatori che hanno abbastanza token "esperienza" potranno migliorare il proprio cacciatore/mostro.
Se la meccanica base può ricordare molto Scotland Yard, gli autori hanno fatto una serie di aggiunte che rendono il gioco più profondo e strategico.
Innanzitutto sia il mostro che i cacciatori hanno punti ferita, quindi se un cacciattore esegue l'azione ricerca e attacca su uno spazio dove è presente il mostro, la partita non finisce, ma gli infligge un danno. Quando il mostro si muove, deve utilizzare un mazzetto di carte apposito, dove sta scritto se si muove a nord/sud/est/ovest oppure sta fermo. Se un cacciatore passa su uno spazio dove è passato anche il mostro, allora il mostro deve mettere un token traccia. In aggiunta alle carte azione, il mostro ha delle carte abilità sempre disponibili, così come i cacciatori hanno 2 carte abilità uguali per tutti e una specifica del personaggio. Il mostro è costretto a rivelarsi quando un cacciatore fa la ricerca nella sua casella o quando decide di attaccare un cacciatore, animale, paesano o nobile. Lo scopo di attaccare del mostro è di acquisire esperienza che gli permette di migliorare le sue azioni. Inoltre, se il mostro decide di passare attraverso uno spazio dove è presente un cacciatore, paesano o nobile, deve mettere un token traccia, a simulare il fatto che tutti gli umani comunque stanno all'erta. La bella notizia è che proprio in settimana la Little Rocket Games ha annunciato la localizzazione di questo titolo e, se partecipate alla campagna Kickstarter, riceverete il gioco in italiano direttamente da loro. 

Dall'autore di Canvas un simpitco gioco che ci mette nei panni di ragazzini che si sono avventurati all'interno di una casa infestasta. In fase di setup, si posizionano le 3 plance a indicare luoghi della casa, si mischiano 6 tipi di carte maledizione e si rivelano 3 carte maledizione per ogni luogo. Ogni luogo ha cinque spazi che possono essere occupati, che indicano quanto a fondo "indaghiamo" in quel luogo, con associato un numero di dadi da 1 a 5.
Nel nostro turno, prendiamo uno dei token ragazzino del nostro colore e lo piazziamo in uno degli spazi in un luogo. Il gioco continua fino a quando un luogo ha 3 token ragazzino. A quel punto si tirano i 5 dadi e i giocatori devo selezionare un numero di dadi uguale allo spazio in cui si trovano. Se ci troviamo su uno spazio con 5 dadi, saremo costretti a "prenderli" tutti e 5, ma saremo anche i primi a scegliere quale tra le 3 carte maledizione prendere. Le facce dei dadi hanno delle facce vuote e delle facce fantasma: quando dobbiamo selezionare i dadi, se sono presenti dei fantasmi dobbiamo prendere un token fantasma per ciascun dado che lo mostra. Le carte maledizione invece mostrano degli oggetti, con un valore di maledizione, ma anche una abilità che è possibile attivare scartando carte maledizione. Queste azioni ci possono permettere di eseguire varie azioni, come sbarazzarsi di token fantasma e altro. Le carte maledizione utilizzate per l'attivazione vengono messe a faccia in giù e non saranno contate a fine partita. A fine partita, difatti, vince chi ha il minor numero di punti maledizione sulle carte ancora scoperte, aggiungendo però un punto ogni due fantasmi. 

Ti potrebbe interessare anche:



Try Before You Pledge
 
Circadians: Chaos Order (KS, TS1, TS2)
Shem Phillips rispolvera questa ambientazione per farci comandare una delle fazioni e combattere per la conquista del pianeta Ryh.

City of the Great Machine (KS, TT)
Altro gioco 1 contro tutti, in salsa steampunk, dove i giocatori devono scontarsi con una macchina dall'intelligenza artificiale che ha preso il controllo di una città volante. 

DreamWeavers (KS, TS)
Strumento arcaico ormai caduto in disuso, utilizzato dagli stregoni per creare delle pagine in un altra dimensione, consultabili da chiunque avesse il modo di creare un portale con quella dimensione. 

Dutch Resistance: Orange Shall Overcome! (KS, TS)
Gioco cooperativo di pick-up and delivery a scenari dove da 1 a 5 giocatori devono cercare di resistere all'invasione nazista in Olanda. 

Faction Fighters (KS, PC, PDF, TS, TT)
Combattimento per 2 giocatori a suon di carte con una selezione simultanea e fazioni personalizzate.
PnP: Versione a colori dimostrativa.  La stampa è di 6 pagine e le carte hanno del testo in inglese. 

Kabula (KS, TT)
Skirmish game in salsa ironica e satirica. 

Panacea (KS, TS)
Gioco di piazzamento tessere per 2 giocatori dove vince chi riuscirà a creare l'esilir di lunga vita. 

Reinforcements (KS, TS)
Gioco di carte il cui obiettivo è costruire il nostro esercito, sconfiggere gli altri giocatori e rimanere "Last man standing".

Rocket Cats (KS, TS)
Se non puoi farli esplodere mettigli un razzo ar c**o... Gioco ispirato al videogioco Worms, dove due squadre di gatte si sfidano con improponibili armi. 

Senjutsu: Battle for Japan (KS, TS)
Gioco duellistico di samurai che mi fa venire in mente Arena Colossei

Steam Up: A Feast of Dim Sum (KS, TS)
Gioco competitivo di collezione di dim sum (bocconcini prelibati serviti in vassoietti di bambù).

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[La vedetta di KS] Anno 4 - XL Puntata [La vedetta di KS] Anno 4 - XL Puntata/>
Rating: 5

7 commenti:

  1. Trovato nulla 😥 manco gli 883 visto l'ordine errato 🤷‍♂️

    RispondiElimina
  2. Mi rendo conto possa essere un pò di nicchia come cosa, ma @Angran ti dò un punto Vedetta per l impegno!

    RispondiElimina
  3. Chiedi al tuo vicino di redazione se Don't Go in There lo localizzerà GOG come già per Canvas, Crypt e Afternova...

    RispondiElimina
  4. L'easter egg è il razzo ar c**o riferito alla New Shepard della Blue Origin di Jeff Bezos?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne sapevo nulla di quella storia, ma andando a vedere le immagini del razzo ci poteva stare!!!

      @Angran per curiosita', qual'era quello degli 883 che pensavi ma che ha l ordine errato?

      Bello comunque vedere come diverse persone con diverse conoscenze riescano a vedere easter egg differenti :)

      Elimina
    2. La canzone " nord sud ovest est"

      Elimina

Powered by Blogger.