La vedetta di KS

[La vedetta di KS] Anno 4 - XXXIX Puntata

 scritto da Sayuiv (Yuri)


Oggi comincia Essen, la più grande fiera di riferimento a livello Europeo del nostro Hobby preferito. Come ogni grande convention, KS non manca di popolarsi di progetti che colgono l'occasione di farsi pubblicità grazie alla massiva affluenza di visitatori. Non è stato facile fare una selezione dei giochi di cui parlare, ma il tempo è tiranno quindi spero di aver scelto giusto. Vi auguro una buona lettura e una mattanza visiva da qui a domenica!
  • One Deck Galaxy
  • Threetale
  • Voidfall
  • Keep The Heroes Out
  • Librigame Collana Trivio
  • Try Before You Pledge

Seguito fantascientifico del famoso gioco One Deck Dungeon ed espansioni. Gli autori del gioco, con questo cambio di ambientazione hanno cercato di aggiungere qualcosa di nuovo, mantendendo comunque la familiarità per coloro che hanno giocato il predecessore. Se in dungeon eravamo degli eroi che esploravano il dungeon affrontando mostri e trappole, per poi cercare di sconfiggere il boss finale, in galaxy prenderemo il comando di una colonia spaziale il cui scopo è quello di esplorare lo spazio infinito. Anche qui avremo degli incontri ma anche dei luoghi.

Qui avviene una delle prime aggiunte: le opzioni a disposizioni sono aumentate. Se l'incontro o il luogo è fuori dalla nostra portata, abbiamo la possiblità di studiarlo per guadagnare scienza, oppure colonizzarlo per poter aggiungere dadi mano a mano. Anche qui, una volta risolta una carta, questa può essere utilizzata come colonia, che ci dona più dadi, o come tecnologia per acquisire abilità speciali. Un'altra aggiunta è avvenuta sulla plancia personale, dove troviamo posto per quei dadi che magari non siamo riusciti ad utilizzare potendo quindi procedere con ricerca, colonizzazione o costruzione di navicelle. Anche qui, la "risoluzione" del gioco è quella di sconfiggere uno dei boss. Boss però che sembrano essersi attrezzati molto meglio, visto che ciascuno ha delle meccaniche peculiari per cui possono potenziarsi con il passare del tempo. Se l'ambientazione fantasy di dungeon non mi ha mai attirato, ma le meccaniche del gioco vi intrigavano, questa nuova ambientazione potrebbe fare al caso vostro. Per chi invece si è ammazzato con il dungeon ed espansione, qui trova un more of the same in salsa Star Trek con delle nuove aggiunte. 

Boarderie, casa editrice Bulgara, ci presenta la loro "seconda campagna", ma visto che la prima era sempre di Threetale ed era stata cancellata, possiamo considerare questa la loro prima esperienza su KS. Bisogna dire che per un creatore alla sua prima campagna, Threetale è una bella sfida, che però sembra stiano vincendo visto il raggiungimento dell'obiettivo e lo sblocco di alcuni SG. Ma veniamo al gioco. Siamo di fronte ad un cooperativo da 1 a 3 giocatori, i quali attraverso una serie di scenari, viaggeranno dai tempi antichi fino ad un futuro distopico per salvare il mondo.

Il gioco cerca di miscelare una sorta di engine building, un piazzamento tessere e poteri variabili. Ogni scenario si divide in 4 fasi. La prima fase è quella della scelta del personaggio e la selezione di 3 profezie. La seconda, chiamata passato, è quella dove i giocatori insieme andranno a comporre la mappa di gioco piazzando le tessere. Allo stesso tempo, mentre creano la mappa, potranno muoversi su di essa, raccogliere risorse, cercare obiettivi, combattere nemici e aprire casse. Ogni scheda personaggio ha tutta una serie di track con diverse statistiche che possono essere migliorate. Quando troviamo un artefatto, ne andremo a pescare 3 e scegliere 1. Questi artefatti sono una sorta di equipaggiamenti che ci permettono di acquisire abilità speciali o migliorare le varie azioni. Una volta finita di costruire la mappa avendo utilizzato tutte le tessere, inizia la terza fase chiamata presente. Non si fa altro che rivelare qualle delle 3 profezie si è avverata. Null'ultima e quarta fase chiamata futuro, i giocatori dovranno cercare di soddisfare gli obiettivi della profezia per riuscire a vincere. In questa fase diventa determinante la costruzione dei vari personaggi. Essendoci molte track delle statistiche, non si avrà la possibilità di portarle tutte al massimo, quindi l'ottimizzazione di quelle statistiche utili a completare gli obiettivi della profezia. Ad inizio gioco, noi conosciamo 3 profezie da cui uscirà quella che verrà avverata, consentendoci quindi di poter programmare in qualche modo la crescita del/dei personaggi. 

Ed eccoci a quello che per molti rappresenta il pezzo forte della settimana, Voidfall della Mindclash Games. Per chi non conoscesse Mindclash Games, si sono fatti un nome grazie a giochi di grosso calibro come Anachrony, Trickerion e Cerebria, quindi dalla parte dell'editore abbiamo delle garanzie di qualità. Dal punto di vista autoriale, ritroviamo l'accoppiata Turczi-Buckle, che recentemente hanno fatto parlare di se grazie al gioco Imperium, che all'estero è stato tanto apprezzato mentre a casa nostra non ha ricevuto una grossa accoglienza (a me è piaciuto, ma mi rendo conto di alcuni difetti non leggeri e del fatto che possa non essere per tutti).

Se Turczi è diventato un nome di riferimento per quanto riguarda le versioni solo di innumerevoli giochi, personalmente, ho trovato i giochi in cui era l'autore principale un po' stoppacciosi. Sto parlando di Tawantinsuyu e The defence of Procyon 3 che verrà presentato a questa Essen. Le mie sono solo impressioni visto che non li ho giocati, ma in parte Imperium mi ha confermato questa caratteristica dell'autore. Di Nigel Buclke, ad esclusione di Imperium non conosco e non ha granchè oltre a Omega Centauri. Ho già scritto molto senza parlare del gioco quindi procediamo. 4X di ambientazione fantascientifica con modalità cooperativa, competitiva e solitaria. L'incipit del gioco parla di una entità più antica dell'universo che ha distorto l'umanità fino a farci diventare dei pupazzi non senzienti, creando il Voidfall. Nella modalità cooperativa, i giocatori si uniranno cercando di sconfiggere i Voidborn, in quella competitiva oltre a cercare di sconfiggere i Voidborn ce le daremo di santa ragione anche tra di noi mentre nel solitario...beh...sarete da soli contro i voidborn. La cosa interessante è che sembra siano riusciti a creare un unico set di regole che viene utilizzato per tutte e 3 le modalità, il tutto spingendo sul versante euro annulando o quasi qualsiasi tipo di componente aleatoria che solitamente è presente nella maggioranza dei titoli 4X. La mindclash dichiara il gioco praticamente "infinito" dalla rigiocabilità assoluta, questo dovuto grazie alla presenza di innumerevoli fazioni, scenari tematici dal pacifico all'aggressivo e al setup differente dei settori e delle tecnologie. Sfortunatamente, come solitamente faccio in questo tipo di giochi, non vado troppo a scavare nelle regole, che altrimenti stiamo qui fino alla prossima puntata, ma spero di avervi dato una idea da quello che potreste aspettarvi da questo titolo. 

Luis Brueh è un artista braziliano che vive in Canada che negli ultimi anni si è fatto le ossa curando il lato artistico della serie Dwar7s e creando il gioco Covil, tutti editi dalla Vesuvius Games. Da un po' sembra essersi messo in solo e dopo aver portato su KS Valknut e Night Parade eccolo alla sua terza campagna personale. Per prima cosa vorrei porre l'accento su come sia riuscito a creare uno stile artistico tutto suo, che sta diventando sempre più riconoscibile, un po' come gli artisti più famosi. Il primo che mi viene in mente è The Mico, anche se il paragone è azzardato e gli stili sono abbastanza differenti, ma mi sembra di intravedere la stessa potenzialità. Per quanto riguarda il gioco, devo dire di essere rimasto abbastanza sorpreso.

In Keep the Heroes Out, i giocatori prendo il ruolo di mostriciattoli, come fantasmi, scheletri, spiriti e altro, il cui scopo è quello di riuscire a difendere il proprio dungeon dagli eroi che cercheranno di entrare e rubare i tesori. Ogni tipo di mostro ha le sue peculiarità, dal numero di token mostro a disposizione (il drago ne ha solo 1, mentre slimes 8, ratti 9, scheletri 6 e così via) fino a delle abilità speciali. Il cuore del gioco si basa su un deck-building che utilizza carte multi uso che ci permetteranno di fare varie azioni come muoverci, combattere, attivare le azioni delle stanze e altro. Nel gioco sono presenti 10 scenari, che oltre a cambiare il layout del dungeon, aggiungono un eroe speciale. Difatti, l'obiettivo del gioco è quello di riuscire a sopravvivere per 3 volte al mazzo eroi. Il mazzo eroi è formato sempre da 4 eroi base (mago, ladro, guerriero, arciere) che hanno le loro abilità peculiari, più l'aggiunte di un eroe speciale per lo scenario che stiamo giocando. Come avrete intuito il gioco può essere considerato una sorta di tower defence, con vari livelli di difficoltà per accontentare tutti i palati e con delle illustrazioni che sicuramente attireranno anche un pubblico più giovane, visto che il gioco contiene un livello di pucciosità che secondo me la nostra Mari ci sbava dietro (@Mari ma li hai visti i token mostro? Sono stupendissimi!)



Infrango una delle regole che mi sono imposto riguardo i requisiti che una campagna deve avere per poterne parlare su queste pagine: il livello di funding raggiunto o quasi. Collana Trivio è alla prima campagna KS che nel momento in cui scrivo si aggira al 70% dell'obiettivo, mancandogli poco più di 1000 euro. Visto che si parla di librigame, visto che è un editore italiano alla sua prima campagna KS, ma sopratutto visto che la campagna è solo in Italiano, ci tenevo a fare una menzione di onore per quello che potrebbe essere un interessante progetto tutto Italiano. Non mi dilungo troppo e vi invito a visitare la pagina e a scoprirla tutta per conto vostro. 


Ti Potrebbe interessare anche:




Try Before You Pledge

Blokk! (KS, TS)
Gioco per tutta la famiglia che utilizza polimini con l'obiettivo di creare un cubo. 

Duelists (KS, TS)
Gioco di combattimento per due giocatori.

Forgotten Treasure (KS, PDF, TT)
Gioco di carte, interpretiamo pirati in costante lotta tra loro, dovremo sfuggire ad eventi avversi e sfruttare oggetti o chiavi per ottenere per primi 4 tesori.
PnP: versione a colori completa del set base.  La stampa è di 13 pagine, non sono presenti dorsi. Le carte hanno del testo in inglese. 

Gartenbau (KS, TS)
Cancellato

Paint the Roses (KS, TS, TT)
Gioco cooperativo ambientato nel mondo di Alice dove i giocatori sfideranno la Regina di Cuori cercando di risolvere i suoi puzzle.

Rock Paper Scissors (KS, TT)
Campagna utilizzata per finanziare un canale YouTube satirico a tema board game.

Turning Tides (KS, TS)
Battaglia tattica in alto mare tra due capitani di una nave. 
Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[La vedetta di KS] Anno 4 - XXXIX Puntata [La vedetta di KS] Anno 4 - XXXIX Puntata/>
Rating: 5

1 commenti:

  1. A me One Deck Dungeon era piaciuto a livello di meccaniche ma avevo trovato orribile la grafica, troppo leggera, poco curata e per niente seria, ostacolante all'immedesimazione (anche solo alla lontana).
    Vedo che il seguito continua su questa linea... mah...

    RispondiElimina

Powered by Blogger.