nonsolograndi

[nonsolograndi] The Bomb!

scritto da cogo71

Avete idea di quanti giochi da tavolo contengono la parola “bomb” nel titolo? Sarà che il termine non si usa esclusivamente per indicare un ordigno (anzi viene spesso usato con significati decisamente meno gravi), ma vi basterà fare una veloce ricerca su BGG per scoprire che il risultato supera di gran lunga i 100 titoli (tra cui figura anche il prossimo gioco del nostro Chrys It’s a Bomb). Aggiungete a questo che nei racconti tra giocatori delle varie esperienze ludiche vissute a bordo tavolo si sente spesso l’espressione: “Quel gioco è davvero una bomba!”
L’ultimo titolo ad aggiungersi a questo lungo elenco è The Bomb!, un gioco edito da Clementoni, completamente made in Italy: infatti è stato ideato da Francesco Berardi, illustrato da Massimo di Leo, mentre la grafica è opera di Andrea Baccifava e Paolo Peccetti. Permette di far sedere al tavolo 2-6 giocatori dai 7 anni di età, per partite da 15 minuti circa.


I MATERIALI
La scatola ha dimensioni 11,2 × 15,6 × 3,2 cm e ricorda le confezioni di carte francesi in cui il mazzo diviso in due parti è contenuto in una sorta di cassetto. Anche il peso è decisamente contenuto: infatti siamo nell’ordine dei 250 g, il che fa di The Bomb! un gioco che potrete portare sempre con voi.
All’interno troviamo un totale di 132 carte: 131 che raffigurano un numero da 1 a 7 e una carta STOP, l’unica ad avere la stesa immagine sia sul fronte che sul retro. Si tratta di carte di dimensioni contenute (8×6,6 cm circa) di qualità media. L’unico altro materiale che troverete nella scatola è il regolamento, un piccolo librettino spillato multilingua di 16 paginette totali. Nonostante le dimensioni così compatte, Clementoni ha trovato lo spazio anche per diverse immagini e qualche esempio, ma in effetti le regole sono talmente scarne e lineari che difficilmente avrete la necessità di consultarlo nuovamente dopo una prima lettura.
La grafica sul dorso delle carte è identica per tutte, mentre sul fronte troviamo semplicemente il valore della carta e un eventuale simbolo (vedi il paragrafo successivo), ripetuti più in grande al centro e più in piccolo nei due spigoli superiori. In basso invece sono evidenziati i valori delle carte che potranno essere giocate di seguito (anche in questo caso vi rimando al paragrafo sulle regole del gioco). Lo sfondo è colorato, ma trovo la palette utilizzata piuttosto anonima e un po’ “spenta”, anche se altamente leggibile.
COME SI GIOCA
Visto il pubblico cui si rivolge The Bomb!, il regolamento non poteva che essere estremamente semplice. Si prepara la partita dividendo le 137 carte in quattro mazzi con all’incirca lo stesso numero di carte, quindi sopra uno di essi si piazzerà la carta stop e sopra questa piazzeremo gli altri tre mini mazzi rimasti. Si distribuiscono 6 carte ad ogni giocatore e si può cominciare la partita.
Il primo giocatore (il più giovane) comincia col giocare una carta al centro del tavolo, quindi procedendo in senso orario ogni giocatore dovrà a sua volta scartare una delle proprie carte, formando così una pila degli scarti. Per poter scartare una carta, questa deve aver raffigurato uno dei valori consentiti dalla carta che si trova in cima alla pila degli scarti e che sono evidenziati in rosso. Normalmente i valori consentiti differiscono di due rispetto al valore della carta in cima agli scarti. Ad esempio, se la carta in cima alla pila degli scarti è un 4 sarà possibile giocare una carta che raffiguri un valore compreso tra 2 e 6. Se un giocatore non ha una carta che risponde a questi requisiti, la bomba esplode e dovrà prendere tutta la pila degli scarti mettendola a faccia in giù vicino a sé a formare un mazzo delle penalità. A questo, punto partendo dal giocatore che ha fatto esplodere la bomba, tutti pescano un certo numero di carte fino a tornare ad avere una mano di 6 e il giocatore che ha preso le penalità dà il via a una nuova mano.

Se durante una mano terminate le vostre carte potrete sbarazzarvi delle vostre penalità, aggiungendole alla pila degli scarti al centro del tavolo. Se invece rimanete l’ultimo giocatore con delle carte in mano, sarete voi a far esplodere la bomba e a dover raccogliere le penalità. Quando durante la pesca delle carte incontrate la carta STOP parte l’ultimo round: si mette da parte la carta STOP e si continuano a distribuire carte fino a quando non ne avranno tutti 6. Chi subisce l’ultima esplosione prende come penalità anche tutte le carte rimaste in mano agli avversarie. A questo punto il giocatore con meno penalità sarà dichiarato vincitore.
Su alcune carte sono presenti dei simboli speciali, che cambiano temporaneamente le regole del gioco.
  • Pericolo: il giocatore successivo potrà scartare un carta che differisce soltanto di 1 da quella in cima alla pila degli scarti.
  • Cambio giro: si inverte il senso del gioco.
  • Imprevisto: prendete 3 penalità dal vostro mazzo e ponetele in fondo alla pila degli scarti.
  • Timer: il giocatore successivo dovrà scartare una carta che non abbia un’icona timer. In altre parole non è possibile giocare due carte con il simbolo timer consecutivamente.
  • Stella: il giocatore che ha giocato questa carta può giocarne un’altra che rispetti le regole di quella presente sulla cima degli scarti.
Com’è facile intuire, al termine della partita vincerà chi avrà accumulato meno penalità. Le regole sono tutte qua. Tuttavia in fondo al regolamento vengono proposte alcune varianti, che cambiano l’effetto delle carte con il simbolo stella.


IMPRESSIONI

Sono sicuro che da una rapida lettura di come si gioca, alla maggior parte di voi sia venuto in mente UNO (qui un interessante articolo a riguardo), croce e delizia di tanti genitori e immancabile compagno di viaggio delle vacanze al mare o in montagna. In effetti questo The Bomb! lo ricorda sotto molteplici aspetti, a partire dalla meccanica principale che consiste nel finire il prima possibile la propria mano di carte, ma dopo un paio di partite anche ai meno avvezzi ai giochi da tavolo salteranno agli occhi alcune differenze sostanziali.
Innanzitutto qui non ci sarà uno sconfitto, ma un vincitore (talvolta più di uno a pari merito), ma soprattutto chi finisce le carte continua a giocare fino alla fine della partita, che a differenza di quelle dell’illustre competitor non dureranno mai più di una quindicina di minuti. Certo alcuni elementi in comune tra i due giochi sono palesi, come la carta che inverte l’ordine di turno, ma in The Bomb! gli altri effetti sono stati studiati per avvantaggiare il giocatore che li cala al centro del tavolo più che per mettere i bastoni tra le ruote degli altri.

Questi effetti ci consentono anche di studiare una strategia per cercare di finire la nostra mano di carte e sbarazzarci delle penalità raccolte fino a quel momento: questo consente anche ai giocatori che apparentemente sono molto lontani dalla vittoria finale di riuscire a ribaltare la situazione a loro favore. Ovviamente essendo un gioco di carte la fortuna ha un ruolo importante: una pesca particolarmente sfortunata difficilmente vi consentirà di lottare per la vittoria finale, ma da un gioco del genere non ci si aspetta certo di avere un controllo totale.
Le partite fatte per questa recensione sono risultate tutte divertenti e avvincenti con qualsiasi numero di giocatori (anche se non sono mai riuscito a provarlo in 6) e inoltre la durata non varia granché all’aumentare delle persone sedute al tavolo.


COSA SI IMPARA A QUESTO GIOCO

La presenza dei simboli su alcune carte e i relativi effetti possono generare delle combinazioni interessanti per volgere la partita a proprio favore e questo favorisce lo studio di piccole strategie a breve termine, per combinare e sfruttare questi effetti al meglio.

FINO A QUANDO CI POSSO GIOCARE
Sulla scatola compare 7-99 e in effetti The Bomb! si può giocare a qualsiasi età, soprattutto se siete stanchi dei soliti giochi di carte.

CONSIDERAZIONI FINALI
The Bomb! nelle partite fatte per questa recensione ha riscosso un buon successo, soprattutto tra i più giovani e mia figlia ha dichiarato che lo preferisce decisamente al già citato UNO. Si tratta di un gioco di carte semplice, ma che consente di far sedere al tavolo fino a 6 giocatori, godibile con qualsiasi numero di sfidanti. È rapido, veloce da apprendere e divertente al punto che quasi mai vi fermerete a una sola partita. Potrebbe diventare un nuovo classico dell’estate, grazie anche alla sua portabilità e a un prezzo molto contenuto.


Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram!
[nonsolograndi] The Bomb! [nonsolograndi] The Bomb!/>
Rating: 5

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.